Vai al contenuto principale Skip to complementary content

Creazione di una variabile

In Qlik Sense una variabile è un'entità denominata contenente un valore di dati. Quando viene utilizzata in un'espressione, la variabile viene sostituita dal suo valore o dalla sua definizione.  Le variabili vengono definite utilizzando la relativa finestra di dialogo o nello script tramite l’editor caricamento dati.

È possibile creare una nuova variabile dalla finestra di dialogo delle variabili quando si modifica un foglio di un’app non pubblicata.

È possibile duplicare una variabile esistente facendo clic su e selezionando Duplica.

Per una dimostrazione visiva su come creare le variabili, vedere Creazione di una variabile.

  1. Quando si modifica un foglio, fare clic su Variabili nella barra di modifica del foglio per aprire la finestra di dialogo delle variabili.

    Si apre la panoramica delle variabili.

  2. Fare clic su Crea nuovo.

    Vengono visualizzati i seguenti campi di input per la variabile:

    • Nome (obbligatorio)
    • Definizione
    • Descrizione
    • Tag

    Premere Esc o fare clic su Annulla se si desidera annullare la creazione della nuova variabile.

  3. Digitare un nome per la variabile (obbligatorio). Tenere presenti le seguenti linee guida quando si sceglie il nome:

    • Non è possibile modificare il nome una volta creata la variabile.
    • Utilizzare una lettera come primo carattere, non un numero o un simbolo.
    • Si sconsiglia di denominare una variabile con lo stesso nome utilizzato per un campo o una funzione in Qlik Sense.

      Per ulteriori informazioni, vedere Come vengono interpretati i nomi.

    • Non utilizzare i seguenti caratteri al momento di denominare una variabile: $ ( ) [ ] "
    • Il nome deve essere univoco. Non è possibile nominare una variabile usando un nome usato per una variabile riservata o una variabile di sistema. Queste variabili non sono elencate nella finestra di dialogo delle variabili, ma se non è concesso l'utilizzo di un certo nome, anche se non è possibile trovare un duplicato nella finestra di dialogo delle variabili, ciò significa che quel nome è già stato associato a una variabile riservata o di sistema.

    • Si sconsiglia l’uso di nomi lunghi. Se il nome di una variabile è troppo lungo, allora non potrà essere visualizzato completamente nella panoramica delle variabili.
  4. In via opzionale, digitare una descrizione per la variabile.

  5. Creare una definizione per la variabile. È possibile accedere all'editor delle espressioni facendo clic su Espressione.

    Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo dell'editor delle espressioni.

    Esempio:  

    Impostare il valore della variabile alla data attuale, indicata come numero: 

    Num(Today())

  6. In via opzionale, inserire tag per la variabile.

  7. Fare clic su Crea per salvare la variabile.