FirstSortedValue - funzione di script

FirstSortedValue() restituisce il valore dell’espressione specificata in value che corrisponde al risultato della classificazione dell’argomento a sort_weight, ad esempio, il nome del prodotto con il prezzo unitario più basso. Il valore n nell’ordine di classificazione può essere specificato in rank. Se più valori risultanti condividono lo stesso sort_weight per il rank specificato, la funzione restituisce NULL. I valori classificati vengono ripetuti su un insieme di record, come definito da una clausola group by, o aggregati tra la serie di dati completa, qualora la clausola group by non sia stata definita.

Syntax:  

FirstSortedValue ([ distinct ] value, sort-weight [, rank ])

Return data type: duale

Arguments:  

Argomento Descrizione
value Expression La funzione trova il valore dell’espressione value che corrisponde al risultato della classificazione di sort_weight.
sort-weight Expression L'espressione contenente i dati da ordinare. Viene trovato il primo valore (il più basso) di sort_weight dal quale viene determinato il valore corrispondente dell'espressione value. Inserendo un segno meno davanti a sort_weight, la funzione restituisce invece l'ultimo valore ordinato (il più elevato).
rank Expression

Dichiarando un valore "n" di rank maggiore di 1, si otterrà il valore n-esimo nell'ordine.

distinct

Se la parola DISTINCT è riportata prima degli argomenti della funzione, i duplicati risultanti dalla valutazione degli argomenti della funzione vengono ignorati.

Examples and results:  

Aggiungere lo script di esempio all'app ed eseguirlo. Aggiungere quindi a un foglio nell'app almeno i campi elencati nella colonna dei risultati per visualizzare il risultato.

Per ottenere lo stesso aspetto della colonna dei risultati mostrata di seguito, nel pannello delle proprietà, in Ordinamento passare da Automatico a Personalizza, quindi deselezionare l'ordinamento numerico e alfabetico.

Esempio Risultato

Temp:

LOAD * inline [

Customer|Product|OrderNumber|UnitSales|CustomerID

Astrida|AA|1|10|1

Astrida|AA|7|18|1

Astrida|BB|4|9|1

Astrida|CC|6|2|1

Betacab|AA|5|4|2

Betacab|BB|2|5|2

Betacab|DD|12|25|2

Canutility|AA|3|8|3

Canutility|CC|13|19|3

Divadip|AA|9|16|4

Divadip|AA|10|16|4

Divadip|DD|11|10|4

] (delimiter is '|');

 

FirstSortedValue:

LOAD Customer,FirstSortedValue(Product, UnitSales) as MyProductWithSmallestOrderByCustomer Resident Temp Group By Customer;

Customer MyProductWithSmallestOrderByCustomer

Astrida CC

Betacab AA

Canutility AA

Divadip DD

La funzione classifica UnitSales in ordine crescente, accedendo al Customer con il valore di UnitSales minimo, l’ordine più piccolo.

Perché CC corrisponde all’ordine più piccolo (valore di UnitSales=2) per cliente Astrida. AA corrisponde all’ordine più piccolo (4) valore per il cliente Betacab, CC corrisponde all’ordine più piccolo (8) per il cliente Canutility e DD corrisponde all’ordine più piccolo (10) per il cliente Divadip..

Presupponendo che la tabella Temp venga caricata come nell'esempio precedente:

LOAD Customer,FirstSortedValue(Product, -UnitSales) as MyProductWithLargestOrderByCustomer Resident Temp Group By Customer;

Customer MyProductWithLargestOrderByCustomer

Astrida AA

Betacab DD

Canutility CC

Divadip -

il segno meno precede l’argomento sort_weight, in modo tale che la funzione classifichi prima i più elevati.

Perché AA corrisponde all'ordine più elevato (valore di UnitSales:18) per il cliente Astrida, DD corrisponde all'ordine più elevato (12) per il cliente Betacab e CC corrisponde all'ordine più elevato (13) per il cliente Canutility. Sono presenti due valori identici per l’ordine più elevato (16) per il cliente Divadip, pertanto viene prodotto un risultato null.

Presupponendo che la tabella Temp venga caricata come nell'esempio precedente:

LOAD Customer,FirstSortedValue(distinct Product, -UnitSales) as MyProductWithSmallestOrderByCustomer Resident Temp Group By Customer;

Customer MyProductWithLargestOrderByCustomer

Astrida AA

Betacab DD

Canutility CC

Divadip AA

si verifica la stessa situazione dell’esempio precedente, tranne per il fatto che viene utilizzato il qualificatore distinct. Ciò comporta un risultato doppio per Divadip che deve non deve essere preso in considerazione, consentendo la presentazione di un valore non null.