Interpretazione dei numeri

Quando si caricano dati contenenti numeri, valute o date, questi verranno interpretati in modo diverso a seconda se il tipo di dati è definito o meno. In questa sezione viene descritto il modo in cui i dati vengono interpretati nei due diversi casi.

Dati con informazioni sul tipo

I campi contenenti numeri con un tipo di dati definito in un database caricato tramite ODBC vengono gestiti da Qlik Sense in base ai loro rispettivi formati. La loro rappresentazione a stringa sarà il numero con un formato appropriato applicato.

Qlik Sense è in grado di ricordare il formato numerico originale del campo, anche se tale formato è stato modificato per una misura in Formattazione numero nel pannello delle proprietà.

Per ulteriori informazioni sul pannello delle proprietà, vedere Pannello delle proprietà.

I formati predefiniti per i diversi tipi di dati sono:

  • numeri interi, numeri in virgola mobile: impostazione predefinita per il numero
  • valuta: impostazione predefinita per la valuta
  • ora, data, indicazione di data e ora: formattazione standard ISO

Le impostazioni predefinite per il numero e la valuta vengono definite mediante le variabili di interpretazione dei numeri degli script o mediante le impostazioni del sistema operativo (Pannello di controllo).

Per ulteriori informazioni, vedere Variabili di interpretazione numerica.

Dati senza informazioni sul tipo

Nel caso di dati senza informazioni di formattazione specifiche dalla sorgente (ad esempio, dati da file di testo o dati ODBC con formato generale), la situazione diventa più complicata. Il risultato finale dipenderà da almeno sei fattori differenti:

  • Il modo in cui i dati sono scritti nel database sorgente
  • Le impostazioni del sistema operativo per numero, ora, data e così via. (Panello di controllo)
  • L'utilizzo di variabili opzionali di interpretazione dei numeri nello script
  • L'utilizzo di funzioni di interpretazione opzionali nello script
  • L'utilizzo di funzioni di formattazione opzionali nello script
  • I comandi della formattazione numerica nel documento

Qlik Sense tenta di interpretare i dati di input come numero, data, ora e così via. Finché nei dati vengono utilizzate le impostazioni predefinite del sistema, l'interpretazione e la formattazione della visualizzazione vengono effettuate automaticamente da Qlik Sense e non sarà necessario alterare lo script oppure un'impostazione in Qlik Sense.

Per impostazione predefinita, si ricorre allo schema seguente finché non viene trovata una corrispondenza completa. Il formato predefinito è il formato rappresentato dal separatore decimale, dall'ordine per anno, mese e giorno e così via, specificato nel sistema operativo, ad esempio nel Pannello di controllo, o in alcuni casi tramite una speciale variabile di interpretazione dei numeri nello script.

Qlik Sense interpreterà i dati come:

  1. Un numero, in base al formato predefinito per i numeri.
  2. Una data, in base al formato predefinito per la date.
  3. Un'indicazione di data/ora, in base al formato di predefinito per l'indicazione di data/ora.
  4. Un'ora, in base al formato predefinito per l'ora.
  5. Una data in base al formato seguente: yyyy-MM-dd.
  6. Un'indicazione di data/ora, in base al formato seguente: YYYY-MM-DD hh:mm[:ss[.fff]].
  7. Un'ora, in base al formato seguente: hh:mm[:ss[.fff]].
  8. Una valuta, in base al formato predefinito per la valuta.
  9. Un numero con '.' come separatore decimale e ',' come separatore delle migliaia, purché né il separatore decimale né il separatore delle migliaia siano impostati su ','.
  10. Un numero con '.' come separatore decimale e ',' come separatore delle migliaia, purché né il separatore decimale né il separatore delle migliaia siano impostati su ‘.'.
  11. Una stringa di testo. Quest'ultimo test riesce sempre: se è possibile leggere i dati, sarà sempre possibile interpretarli come una stringa.

Quando si caricano numeri da file di testo, possono verificarsi problemi di interpretazione, ad esempio un separatore decimale o delle migliaia non appropriato può causare un'interpretazione del numero non corretta da parte di Qlik Sense. La prima azione da svolgere è controllare che le variabili di interpretazione dei numeri nello script siano definite correttamente e che le impostazioni del sistema nel Pannello di controllo siano corrette.

Una volta che Qlik Sense ha interpretato i dati come una data o un'ora, sarà possibile cambiare il formato dei dati con un altro formato di data o di ora nel pannello delle proprietà della visualizzazione.

Poiché non esiste un formato predefinito per i dati, record differenti possono ovviamente contenere dati con formattazione diversa nello stesso campo. È, ad esempio, possibile trovare date valide, numeri interi e testo in un unico campo. I dati non verranno quindi formattati, ma verranno visualizzati nel loro formato originale.