Uso degli stati alternati per l'analisi comparativa

Se si desidera eseguire un'analisi comparativa, è possibile utilizzare gli stati alternati in Qlik Sense. Gli stati alternati consentono di operare diverse selezioni sulla stessa dimensione e di confrontare le selezioni in una singola visualizzazione, oppure in due o più visualizzazioni affiancate.

È possibile utilizzare gli stati alternati nelle visualizzazioni in due modi diversi:

  • Applicazione di uno stato alla visualizzazione. In questo modo si collega la selezione della visualizzazione alla selezione dello stato.
  • Utilizzo degli stati nell'espressione set di una misura. Questo è utile per confrontare i valori di misura di diversi stati.

Creazione di stati alternati

È possibile creare un nuovo stato alternato sotto Stati alternati in Voci principali:

  1. Selezionare Crea nuovo.
  2. Specificare un nome per il nuovo stato. Vi sono alcuni limiti per i nomi:

    • Non è possibile utilizzare $, 0 o 1 come nome di stato.
    • Non è possibile utilizzare un nome di stato che inizia con $ o $_ seguito da un numero, ad esempio $3.
    • Non è possibile utilizzare un nome di stato già utilizzato come nome di un segnalibro.

Si è ora creato un nuovo stato alternato che è possibile utilizzare per eseguire analisi comparative. In genere si creerà un altro nuovo stato per confrontare i due stati.

Applicazione di stati alternati a fogli e visualizzazioni

È possibile applicare uno stato a una visualizzazione o a un foglio. Se si applica uno stato a un foglio, tutte le visualizzazioni del foglio ereditano lo stato, a meno che non si applichi un altro stato a una visualizzazione specifica. Quando si applica uno stato a una visualizzazione, questa riflette le selezioni fatte nello stato. Qualsiasi selezione effettuata sarà applicata allo stato e si rifletterà in altre visualizzazioni a cui è applicato lo stesso stato.

Il modo più semplice per applicare uno stato alternato è quello di trascinarlo su un foglio o una visualizzazione e quindi selezionare Applica stato.

È possibile applicare uno stato alternato anche con l'impostazione Stato nel pannello delle proprietà:

  • Per un foglio, l'impostazione si trova sotto Stati alternati.
  • Per una visualizzazione, l'impostazione si trova sotto Aspetto > Stati alternati.

È possibile selezionare:

  • Qualsiasi stato alternato definito in Voci principali.
  • <ereditato>, nel qual caso verrà utilizzato lo stato definito per il foglio.
  • <stato predefinito>, che rappresenta lo stato dove non è applicato uno stato alternato.

Utilizzo di stati alternati nelle visualizzazioni

Oltre ad applicare uno stato a una visualizzazione, è anche possibile utilizzare gli stati alternati nell'espressione set di una misura. Ciò è utile quando si desidera confrontare i valori di misura per diverse selezioni di dimensioni fianco a fianco.

È possibile impostare lo stato alternato come identificatore nell'espressione set. Se si desidera usare la misura Sum(Sales) in una visualizzazione, ad esempio un grafico a barre, con uno stato denominato Group1, usare l'espressione seguente come misura:

Sum({Group1}Sales)

Per effettuare un confronto con uno stato diverso denominato Group2 è possibile creare un'altra misura con l'espressione Sum({Group2}Sales).

Il grafico a barre mostra ora le vendite per la selezione in Group1 affiancate alle vendite per Group2.

Per ulteriori informazioni sulle espressioni set, vedere Analisi di gruppo ed espressioni di gruppo.

Acquisizione di informazioni sulla selezione di uno stato alternato

Le selezioni di diversi stati sono visualizzate nella barra delle selezioni.

Per ulteriori informazioni, vedere Esplorazione con le selezioni.

Può anche essere utile inserire, nelle etichette o nei titoli delle visualizzazioni, informazioni su quali e quante selezioni sono state effettuate in uno stato alternato. È possibile utilizzare le seguenti funzioni grafiche con il parametro state_name per restituire le selezioni associate al nome di stato specificato:

Limiti

Non è possibile aggiungere visualizzazioni alle voci principali se lo stato della visualizzazione è stato impostato su un valore diverso da <ereditato>.

Esempio di analisi comparativa

In questo esempio si vogliono confrontare le cifre di vendita di linee di prodotto per diverse selezioni di regioni di vendita. Si vogliono selezionare le regioni da confrontare dinamicamente, sia come singole regioni che come combinazione di regioni.

Set di dati e app

Se si vuole seguire questo esempio, è necessario scaricare il Tutorial - Creazione di un'app di Qlik Sense per ottenere il set di dati. Se si è completato il tutorial, è possibile usare l'app creata. Altrimenti è necessario creare un'app, aggiungere tutti e sei i file di dati nella cartella Tutorials source e associarli utilizzando i suggerimenti automatici di Gestione dati.

Tutorial - Creazione di un'app

Creazione di stati alternati

Per questo esempio sono necessari due stati alternati. In Voci principali > Stati alternati:

  1. Creare un nuovo stato denominato Group 1.
  2. Creare un nuovo stato denominato Group 2.

Si sono così creati i due stati alternati necessari per questo esempio.

Creazione di caselle di filtro per la selezione

  1. Aggiungere una casella di filtro con il campo Region.
  2. Modificare l'etichetta della casella di filtro con la formula =StateName(). In questo modo è più facile distinguerle, poiché lo stato non è indicato nella casella di filtro. La funzione StateName() restituisce lo stato applicato alla funzione.
  3. Trascinare lo stato Group 1 sulla casella di filtro e selezionare Applica stato.
  4. Aggiungere un'altra casella di filtro con il campo Region.
  5. Modificare l'etichetta della seconda casella di filtro con la formula =StateName().
  6. Trascinare lo stato Group 2 sulla seconda casella di filtro e selezionare Applica stato.

Sono state così create le due caselle di filtro che servono a controllare le selezioni di ciascuno dei due stati. Quando si effettua una selezione nella casella di filtro Group 1, la stessa selezione verrà applicata allo stato Group 1, che si rifletterà in tutte le visualizzazioni connesse a tale stato.

Creazione di un grafico a barre per l'analisi

  1. Creare una misura voce principale denominata Group1Sales.

    Impostare Espressione su Sum({[Group 1]}[Sales]).

    Questa espressione somma le vendite per tutte le selezioni nello stato Group 1.

    Impostare Espressione etichetta su 'Sales '&GetCurrentSelections(chr(13)&chr(10), '=', ',' ,9,'Group 1').

    Si usa un'espressione etichetta per poter mostrare la selezione corrente dello stato come etichetta nel grafico, al posto dell'etichetta predefinita.

  2. Creare un'altra misura voce principale denominata Group2Sales.

    Impostare Espressione su Sum({[Group 2]}[Sales]).

    Impostare Espressione etichetta su 'Sales '&GetCurrentSelections(chr(13)&chr(10), '=', ',' ,9,'Group 2').

  3. Aggiungere un grafico a barre sul foglio.
  4. Impostare il campo Product Line come dimensione.
  5. Aggiungere le misure Group1Sales e Group2Sales.

Si è così creato un grafico a barre che mostra le vendite per linea di prodotto per i due gruppi di regioni selezionati nelle caselle di filtro. Quando si effettua una nuova selezione in una delle caselle di filtro, il valore della misura corrispondente cambia in base alla nuova selezione.

Rilevazione

È ora possibile effettuare selezioni in Group 1 e Group 2 e vedere i risultati delle combinazioni di regioni selezionate nel grafico a barre.