Sintassi dello script

In uno script vengono definiti il nome della sorgente dati, i nomi delle tabelle e i nomi dei campi inclusi nella logica. Vengono definiti inoltre i campi con diritti di accesso specificati nello script. Uno script è costituito da un certo numero di istruzioni che vengono eseguite consecutivamente.

La sintassi dello script e la sintassi della riga di comando di Qlik Sense vengono descritte in una notazione denominata metasintassi Backus-Naur Form o codice BNF.

Che cos'è la metasintassi Backus-Naur Form?

Le prime righe di codice vengono generate automaticamente quando si crea un nuovo file Qlik Sense. I valori predefiniti di queste variabili di interpretazione numerica derivano dalle impostazioni internazionali del sistema operativo.

Utilizzo delle variabili nell'editor caricamento dati

Variabili di interpretazione numerica

Lo script è costituito da numerose istruzioni dello script e parole chiave che vengono eseguite consecutivamente. Tutte le istruzioni dello script devono terminare con un punto e virgola, ";".

Istruzioni e parole chiave dello script

È possibile utilizzare espressioni e funzioni nelle istruzioni LOAD per trasformare i dati caricati.

Espressioni nello script

Per i file tabella contenenti virgole, tabulazioni o punti e virgola come delimitatori, è possibile utilizzare un'istruzione LOAD. Per impostazione predefinita, un'istruzione LOAD carica tutti i campi del file.

È possibile accedere ai database generici utilizzando i connettori del database ODBC o OLE DB. In questo caso, vengono usate le istruzioni SQL standard. La sintassi SQL accettata varia a seconda dei diversi driver ODBC.

Inoltre, è possibile accedere ad altre sorgenti dati utilizzando i connettori personalizzati.

Connessione alle sorgenti dati