Vai al contenuto principale

Confronto tra QlikView e Qlik Sense

Questo argomento descrive alcune delle principali somiglianze e differenze tra QlikView e Qlik Sense.

Il documento e l'app

Il documento QlikView e l'app Qlik Sense sono simili nella loro architettura. Entrambi sono contenitori per gli oggetti che vengono utilizzati per presentare i dati per l'analisi. Possono contenere connessioni dati, script di caricamento, modelli di dati, fogli, grafici, variabili e così via.

Sviluppo e consumo

Sia in QlikView che in Qlik Sense è necessario costruire un'app o un documento prima di poter analizzare i dati. Ciò significa:

  1. Creare ed eseguire uno script di caricamento che definisca quali dati caricare nell'app. Lo script di caricamento estrae i dati da una o più sorgenti dati nell'app, quindi crea il modello di dati che è la base per tutte le analisi.
  2. Creare un'interfaccia utente necessaria per l'analisi. Ciò significa creare diverse visualizzazioni (grafici a barre, grafici a torta, tabelle, ecc.), diverse espressioni per definire i diversi KPI, e diversi oggetti di selezione (caselle di elenco, cursori, caselle di input, ecc.). Potrebbe anche significare raggruppare diversi componenti visivamente, ad esempio su fogli, in modo che i dati siano presentati a un utente che non ha familiarità con il contenuto.

Tradizionalmente, queste due fasi sono realizzate da un esperto di business intelligence dedicato che non è il principale consumatore dei dati. Il principale consumatore di dati è un utente business che utilizza l'app. Questo scenario è spesso indicato come analisi guidata, poiché l'utente business in qualche misura è guidato in quali dati analizzare. I consumatori non sono tuttavia guidati in quali selezioni effettuare. Hanno ancora la totale libertà di selezionare qualsiasi elemento nell'app e in qualsiasi ordine.

Sia Qlik Sense che QlikView sono utilizzabili per l'analisi guidata.

Qlik Sense è stato sviluppato anche per supportare il self-service. In questo scenario, un utente business può creare un'app da zero, oppure aggiungere contenuto a un'app, senza l'aiuto specifico degli esperti. Le due fasi di cui sopra sono ancora valide anche in una situazione di self-service, ma ci sono una serie di strumenti nel prodotto che aiutano l'utente a creare e condividere contenuti.

Di conseguenza, Qlik Sense è uno strumento migliore per il self-service. In QlikView, un po' di self-service è ancora possibile, ma richiede un livello di competenza tecnica molto più elevato da parte dell'utente.

Strumenti di sviluppo

In QlikView, è necessario possedere la versione desktop per poter sviluppare un'app. Lo sviluppo viene effettuato localmente, senza connessione a un server QlikView. QlikView Desktop viene eseguito solo su Microsoft Windows.

In Qlik Sense, è possibile sviluppare un'app utilizzando un client web che è connesso a un server Qlik Sense. Ciò significa che l'utente può avere qualsiasi sistema operativo sul suo computer. Pertanto, la soluzione Qlik Sense fornisce accesso a più utenti rispetto alla soluzione QlikView.

Spostamento dei dati dalla sorgente all'analisi

Sia in QlikView che in Qlik Sense, i dati vengono caricati in un determinato momento e poi analizzati nella memoria.

L'analisi viene effettuata su un set di dati che è una snapshot dei dati reali. La snapshot si riferisce al momento in cui è stato eseguito lo script di caricamento per l'app. L'analisi non è mai in tempo reale, anche se è possibile renderla quasi in tempo reale eseguendo lo script di caricamento più frequentemente, ad esempio ogni 15 secondi.

Dal punto di vista amministrativo, ciò significa che prima si crea l'app, poi si imposta un pianificatore per aggiornare i dati (eseguire lo script) in base alle proprie esigenze aziendali.

Connessioni dati

QlikView non presenta una libreria di connessioni dati.

Qlik Sense presenta una libreria di connessioni dati che devono essere utilizzate per tutte le dichiarazioni Load e Select . La libreria consente di riutilizzare le sorgenti di dati tra le app. È anche più facile imporre una governance dal punto di vista amministrativo se tutte le connessioni sono definite in una libreria.

Editor di script

In QlikView, non si dispone di un'interfaccia grafica per caricare i dati. Lo sviluppatore dell'app deve creare lo script di caricamento nell'editor di script.

In Qlik Sense, è anche possibile creare lo script di caricamento utilizzando l'editor di script. Tuttavia, è anche possibile utilizzare l'interfaccia grafica di Gestione dati per caricare i dati. Gestione dati crea lo script di caricamento, in modo da poter caricare i dati senza mai visualizzare lo script. Tuttavia, c'è ancora uno script, che definisce quel modello di dati.

Sintassi dello script

La sintassi dello script in QlikView e Qlik Sense risulta in gran parte identica. Eppure ci sono alcune importanti differenze nelle modalità di realizzazione degli script.

Percorsi file

In uno script di QlikView si possono avere percorsi di file che puntano ai file usati come sorgenti. Un esempio può essere un database Microsoft Excel o Microsoft Access.

Non è possibile compiere tale operazione in Qlik Sense, dato che i percorsi file devono essere definiti nella connessione dati. Ciò risulta più sicuro, dato che gli utenti non possono accedere a parti del disco rigido a cui non dovrebbero accedere. Ma limita anche la propria abilità di riutilizzare parti dello script che utilizzano dichiarazioni di inclusione. I file di script a cui fa riferimento la dichiarazione di inclusione devono essere collocati in una libreria, ma i riferimenti del file all'interno del file di script devono anche utilizzare il riferimento della libreria.

Calendario automatico

In QlikView, lo sviluppatore dell'app deve creare manualmente il calendario.

In Qlik Sense, un calendario viene creato automaticamente dalla Gestione dati. Il calendario utilizza una funzione chiamata campi derivati, che non esiste in QlikView.

Caricamento da file web

In QlikView, è possibile avere una dichiarazione Load che si carichi direttamente da una tabella web.

In Qlik Sense, si caricano i dati da una connessione dati file web.

Section Access

Section Access può essere usato sia in QlikView sia in Qlik Sense per definire l'autorizzazione. La funzionalità di base è identica. Section Access confronta user ID fornito esternamente con il contenuto della tabella di autorizzazione.

Tuttavia, il contenuto di questa tabella differisce leggermente tra i due prodotti.

In QlikView, il nome dell'utente autenticato deve essere memorizzato in un campo chiamato NTNAME. In Qlik Sense il campo corrispondente è chiamato USERID. In entrambi i casi, questo campo viene utilizzato per ogni utente autenticato, anche quando non viene utilizzata la protezione integrata di Windows.

In QlikView, è possibile archiviare i gruppi di sicurezza in NTNAME. In Qlik Sense, i gruppi di sicurezza devono essere memorizzati in un campo separato chiamato GROUPS.

In QlikView, sono presenti i campi aggiuntivi NTSID e NTDOMAINSID utilizzabili per l'autorizzazione. Entrambi si riferiscono agli ID di sicurezza interni di Windows. Questi campi non esistono in Qlik Sense.

In QlikView, i campi legacy SERIAL, USERID e PASSWORD non devono essere utilizzati, al fine di garantire un ambiente sicuro. Questi campi non esistono in Qlik Sense.

In entrambi i prodotti si ottiene un adeguato livello di sicurezza se l'app viene pubblicata su un server. Tuttavia, se un file con accesso alle sezioni viene aperto con la versione desktop, i due prodotti si comportano in modo diverso. In QlikView Desktop, NTNAME viene confrontato con il nome utente di Windows fornito dal sistema operativo, e se è corretto, l'utente può aprire il file. In Qlik Sense Desktop, il programma si rifiuterà di aprire il file.

Gestione dei documenti e dei contenuti

In entrambi i prodotti sono presenti diverse proprietà a livello di app o documento. Queste includono nome app, tema e stile. In QlikView, tutte le proprietà rilevanti sono raccolte nella finestra Proprietà documento. In Qlik Sense, è possibile accedere alle proprietà dalla panoramica app.

In QlikView, è presente una finestra di dialogo di panoramica espressioni che elenca tutte le espressioni nell'app. Qui è possibile ricercare e sostituire stringhe tra tutte le espressioni nell'app.

In Qlik Sense, è possibile utilizzare voci principali per definire dimensioni e misure utilizzabili in molti punti dell'app.