Vai al contenuto principale

Utilizzo di diverse edizioni di Qlik Sense

Qlik Sense è disponibile come gestione client o soluzione SaaS. La distribuzione può essere effettuata su Microsoft Windows, Kubernetes o SaaS cloud infrastructure. Sono presenti piccole differenze associate alle funzionalità tra queste piattaforme.

I SaaS editions of Qlik Sense sono Qlik Sense Business e Qlik Sense Enterprise SaaS.

Le versioni con gestione client di Qlik Sense sono disponibili su Kubernetes e Microsoft Windows. Qlik Sense Enterprise on Kubernetes utilizza l'hub cloud. Qlik Sense Enterprise on Windows può essere distribuito in loco o sul cloud.

Organizzazione delle app nell'hub cloud

Alle app nell'hub cloud possono essere applicati tag, che consentono di visualizzare insieme app correlate. È possibile applicare tag alle app e creare raccolte in base a questi tag. Se un altro utente può visualizzare un'app, può visualizzare tutti i tag dell'app. Tuttavia, per aggiungere tag a un'app è necessario disporre dell'autorizzazione per modificare l'app.

Sviluppo collaborativo di app in spazi condivisi

Windows

Le app sono sviluppate in modo collaborativo in un flusso. Gli utenti con autorizzazioni di modifica in un flusso possono aggiungere fogli privati, racconti e segnalibri all'app pubblicata. Possono pubblicare questi elementi per renderli disponibili ad altri utenti nell'app. Questi elementi della comunità possono essere approvati dai proprietari dell'app per essere inclusi negli elementi di base dell'app. Gli elementi di base sono inclusi quando l'app viene copiata o scaricata da altri utenti.

SaaS editions of Qlik Sense e Kubernetes

Le app sono sviluppate in modo collaborativo in uno spazio. Gli utenti con autorizzazioni di modifica in uno spazio condiviso possono aggiungere racconti, segnalibri e fogli privati a un'app nello spazio. Gli utenti con autorizzazioni di modifica possono quindi rendere pubblici i loro fogli, racconti e segnalibri. Invece di essere aggiunti a una sezione della comunità per l'approvazione, questi elementi sono aggiunti direttamente agli elementi pubblici dell'app e sono inclusi quando l'app viene copiata o esportata. Qualsiasi utente con autorizzazioni di modifica in uno spazio può diventare proprietario di un elemento pubblico per lavorarvi ulteriormente, rendendolo privato.

Ricaricamento app nell'hub

Windows

Se si desidera pianificare caricamenti per le app, l'utente o il proprio amministratore deve creare un'attività di caricamento nella Qlik Management Console. È anche possibile ricaricare le app direttamente nell'hub.

SaaS editions of Qlik Sense e Kubernetes

I proprietari di app possono ricaricare e pianificare ricaricamenti per le loro app direttamente dall'hub cloud

Controllo dell'accesso alle app con gli spazi

Windows

È possibile controllare l'accesso alle app pubblicate mediante la pubblicazione in flussi. La creazione dei flussi avviene in QMC e l'accesso viene impostato in QMC. Le app pubblicate hanno restrizioni sull'aggiunta di contenuti dopo la pubblicazione. Gli aggiornamenti di un'app possono essere effettuati duplicando l'app, apportando le modifiche e quindi ripubblicando l'app. Possono essere aggiunti fogli ai fogli di base di un'app pubblicata approvandoli.

Le app non pubblicate in Lavoro sono visibili solo all'autore dell'app e vengono pubblicate nei flussi una volta completate.

SaaS editions of Qlik Sense e Kubernetes

Non esiste alcun concetto di app pubblicate o non pubblicate. Gli utenti possono condividere le proprie app direttamente con utenti specifici o con l'intero hub cloud dal proprio spazio personale. Le app condivise possono essere modificate e cambiate continuamente dal loro proprietario.

Gli utenti con licenza Professional possono inoltre creare spazi condivisi. A differenza di quanto avviene con i flussi, gli utenti possono creare spazi condivisi direttamente nell'hub cloud. Gli spazi condivisi consentono di controllare l'accesso alle app. Agli utenti in uno spazio condiviso viene assegnato il ruolo di proprietario, amministratore, editor o visualizzatore, che limita le azioni che possono eseguire sia nello spazio che nelle app contenute nello spazio.