Utilizzo di campi calcolati

In molti casi è necessario modificare o trasformare i dati dei campi che vengono caricati. Potrebbe, ad esempio, essere necessario concatenare un nome e un cognome a un nome completo, estrarre parte di un numero di prodotto, convertire il formato dei dati o moltiplicare due numeri.

È possibile aggiungere campi calcolati per gestire molti casi come questo. Un campo calcolato utilizza un'espressione per definire i risultati del campo. È possibile utilizzare funzioni, campi e operatori nell'espressione. È possibile fare riferimento solo ai campi della tabella che si sta modificando. Nel campo calcolato è possibile fare riferimento a un altro campo calcolato.

È possibile aggiungere e modificare i campi calcolati nell'editor tabelle di Gestione dati.

Per ulteriori informazioni sulla modifica delle tabelle, vedere Modifica di una tabella.

Aggiunta di un campo calcolato

Procedere come indicato di seguito:

  1. Fare clic su Aggiungi campo e selezionare Campo calcolato.

    Verrà visualizzato l'editor per Aggiungi campo calcolato.

  2. Digitare il nome del campo calcolato in Nome.
  3. Definire l'espressione del campo calcolato in Espressione. Sono disponibili due diversi modi per eseguire questa operazione.

    • Utilizzare gli elenchi 3 (Funzioni), - (Campi) e (Operatori) per selezionare e inserire le voci nell'espressione.

      La voce selezionata viene inserita nella posizione del cursore in Espressione.

    • Digitare l'espressione del campo calcolato in Espressione.

      Durante la digitazione si riceveranno suggerimenti sulle funzioni, i campi e la sintassi delle funzioni.

    In Anteprima sono visualizzati risultati di esempio del campo calcolato.

  4. Fare clic su Crea per creare il campo calcolato e chiudere l'editor campi calcolati.

Modifica di un campo calcolato

È possibile modificare il nome o l'espressione di un campo calcolato.

Procedere come indicato di seguito:

  1. Selezionare Modifica dal menu a discesa accanto al nome del campo.

    Verrà visualizzato l'editor per Aggiorna campo calcolato.

  2. Modificare il nome del campo calcolato in Nome se si desidera.
  3. Modificare l'espressione del campo calcolato.

  4. Fare clic su Aggiorna per aggiornare il campo calcolato e chiudere l'editor campi calcolati.

Funzioni che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

È possibile utilizzare le funzioni elencate in questo contesto quando si crea un'espressione di campo calcolato. Questo è un sottoinsieme delle espressioni disponibili nello script di caricamento dei dati. L'espressione non può dare come risultato alcuna aggregazione di dati provenienti da record differenti né utilizzare funzioni intra-record per fare riferimento ai dati in altri record.

Per ulteriori informazioni, vedere Espressioni nello script.

Funzioni stringa che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

Queste funzioni possono essere utilizzate per modificare o estrarre dati nel formato di stringa testuale.

Funzioni di stringa
Funzione Descrizione
Capitalize Capitalize() restituisce la stringa in cui tutte le parole iniziano con la lettera maiuscola.
Chr Chr() restituisce il carattere Unicode che corrisponde al numero intero di input.
FindOneOf

FindOneOf() ricerca una stringa per individuare la posizione dell'occorrenza di un qualsiasi carattere che fa parte di un set di caratteri forniti. Viene restituita la posizione della prima occorrenza di un qualsiasi carattere dal gruppo di ricerca a meno che non venga fornito un terzo argomento (con un valore superiore a 1). Se non viene trovata una corrispondenza, viene restituito il valore 0.

Index Index() ricerca una stringa per individuare la posizione iniziale della n-esima occorrenza di una sottostringa fornita. Un terzo argomento opzionale fornisce il valore di n, che corrisponde a 1 se omesso. Un valore negativo esegue la ricerca dalla fine della stringa. Le posizioni nella stringa sono numerate a partire dal valore 1.
KeepChar

KeepChar() restituisce una stringa costituita dalla prima stringa, 'text', meno uno qualsiasi dei caratteri NON contenuti nella seconda stringa, "keep_chars".

Left Left() restituisce una stringa costituita dai primi caratteri (posizionati più a sinistra) della stringa di input, in cui il numero di caratteri viene stabilito dal secondo argomento.
Len Len() restituisce la lunghezza della stringa di input.
Lower Lower() applica il formato minuscolo a tutti i caratteri della stringa di input.
LTrim LTrim() restituisce la stringa di input senza spazi iniziali.
Mid Mid() restituisce la parte della stringa di input che inizia nella posizione del carattere definito dal secondo argomento, 'start', e che restituisce il numero di caratteri definito dal terzo argomento, 'count'. Se viene omesso 'count', viene restituita la parte rimanente della stringa di input. Il primo carattere nella stringa di input viene contrassegnato con il numero 1.
Ord Ord() restituisce il numero del punto del codice Unicode del primo carattere della stringa di input.
PurgeChar PurgeChar() restituisce una stringa costituita dai caratteri contenuti nella stringa di input ('text'), ad eccezione di qualsiasi carattere presente nel secondo argomento ('remove_chars').
Repeat Repeat() crea una stringa costituita dalla stringa di input ripetuta il numero di volte stabilito dal secondo argomento.
Replace Replace() restituisce una stringa dopo la sostituzione di tutte le occorrenze di una sottostringa fornita all'interno della stringa di input con un'altra sottostringa. La funzione non è ricorrente e viene applicata da sinistra verso destra.
Right

Right() restituisce una stringa costituita dagli ultimi caratteri (posizionati più a destra) della stringa di input, in cui il numero di caratteri viene stabilito dal secondo argomento.

RTrim RTrim() restituisce la stringa di input senza spazi finali.
SubStringCount SubStringCount() restituisce il numero di occorrenze della sottostringa specificata nel testo della stringa di input. In mancanza di corrispondenze, viene restituito 0.
TextBetween

TextBetween() restituisce il testo nella stringa di input che si trova tra i caratteri specificati come delimitatori.

Trim Trim() restituisce la stringa di input senza spazi iniziali e finali.
Upper Upper() applica il carattere maiuscolo a tutti i caratteri della stringa di input per tutti i caratteri di testo nell'espressione. I numeri e i simboli vengono ignorati.

Funzioni data che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

Le funzioni data e ora di Qlik Sense consentono di trasformare e convertire i valori di data e ora.

Le funzioni sono basate su un numero seriale di data e ora che equivale al numero di giorni trascorsi dal 30 dicembre 1899. Il valore di numero intero rappresenta il giorno e il valore frazionale rappresenta l'ora del giorno.

Qlik Sense utilizza il valore numerico dell'argomento, pertanto un numero è valido come argomento anche quando non è formattato come data oppure come ora. Se l'argomento non corrisponde a un valore numerico, ad esempio perché è una stringa, Qlik Sense tenta di interpretare la stringa in base alle variabili di ambiente della data e dell'ora.

Se il formato della data utilizzato nell'argomento non corrisponde a quello impostato nella variabile di sistema DateFormat, Qlik Sense non sarà in grado di interpretare la data correttamente. Per risolvere questo problema, modificare le impostazioni o utilizzare una funzione di interpretazione.

Per ulteriori informazioni, vedere DateFormat .

Funzioni data
Funzione Descrizione
addmonths Questa funzione restituisce la data che ricorre n mesi dopo startdate oppure, se n è negativo, la data che ricorre n mesi prima di startdate.
addyears Questa funzione restituisce la data che ricorre n anni dopo startdate oppure, se n è negativo, la data che ricorre n anni prima di startdate.
age La funzione age restituisce l'età al momento dell'indicazione della data e dell'ora timestamp (in anni completi) di un soggetto nato nella data date_of_birth.
converttolocaltime Converte un indicatore temporale UTC o GMT in ora locale come valore duale. Il luogo può essere qualsiasi città, località o fuso orario nel mondo. 
day

Questa funzione restituisce un numero intero che rappresenta il giorno in cui la frazione di expression viene interpretata come data in base all'interpretazione numerica standard.

dayend Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale dell'ultimo millisecondo del giorno contenuto in time. Il formato di output predefinito sarà il formato TimestampFormat impostato nello script.
daylightsaving Converte un indicatore temporale UTC o GMT in ora locale come valore duale. Il luogo può essere qualsiasi città, località o fuso orario nel mondo. 
dayname Questa funzione restituisce un valore che mostra la data con un valore numerico sottostante corrispondente a un indicatore temporale recante il primo millisecondo del giorno contenente time.
daynumberofquarter Converte un indicatore temporale UTC o GMT in ora locale come valore duale. Il luogo può essere qualsiasi città, località o fuso orario nel mondo. 
daynumberofyear Questa funzione calcola il numero del giorno dell'anno a cui è stato assegnato un indicatore temporale. Il calcolo viene eseguito partendo dal primo millisecondo del primo giorno dell'anno, tuttavia il primo mese può essere differito.
daystart

Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale con il primo millisecondo del giorno contenuto nell'argomento time. Il formato di output predefinito sarà il formato TimestampFormat impostato nello script.

firstworkdate La funzione firstworkdate restituisce la data di inizio più recente per fare in modo che il valore no_of_workdays (dal lunedì al venerdì) non termini oltre la data end_date, tenendo in considerazione tutte le festività eventualmente in calendario. end_date e holiday devono essere date o indicatori temporali validi.
GMT Questa funzione restituisce l'ora Greenwich Mean Time attuale fornita dall'orologio di sistema e dalle impostazioni dell'ora di Windows.
hour Questa funzione restituisce un numero intero che rappresenta l'ora in cui la frazione di expression viene interpretata come ora in base all'interpretazione numerica standard.
inday Questa funzione restituisce True se timestamp ricade all'interno del giorno contenente base_timestamp.
indaytotime Questa funzione restituisce True se timestamp ricade nella parte del giorno contenente base_timestamp fino a includere il millisecondo esatto di base_timestamp.
inlunarweek Questa funzione stabilisce se timestamp ricade all'interno della settimana lunare contenente base_date. Le settimane lunari in Qlik Sense vengono definite calcolando il 1° gennaio come primo giorno della settimana.
inlunarweektodate Questa funzione stabilisce se timestamp ricade all'interno della parte della settimana lunare fino a includere l'ultimo millisecondo di base_date. Le settimane lunari in Qlik Sense vengono definite calcolando il 1° gennaio come primo giorno della settimana.
inmonth Questa funzione restituisce True se timestamp ricade all'interno del mese contenente base_date.
inmonths Questa funzione stabilisce se un indicatore temporale ricade all'interno dello stesso mese, bimestre, trimestre, quadrimestre o semestre come data di base. È inoltre possibile stabilire se l'indicatore temporale ricade all'interno di un periodo di tempo precedente o successivo.
inmonthstodate Questa funzione stabilisce se un indicatore temporale ricade all'interno della parte di un periodo di un mese, bimestre, trimestre, quadrimestre o semestre fino a includere l'ultimo millisecondo di base_date. È inoltre possibile stabilire se l'indicatore temporale ricade all'interno di un periodo di tempo precedente o successivo.
inmonthtodate Restituisce True se date ricade nella parte di mese contenente basedate fino a includere l'ultimo millisecondo di basedate.
inquarter Questa funzione restituisce True se timestamp ricade all'interno del trimestre contenente base_date.
inquartertodate Questa funzione restituisce True se timestamp ricade all'interno della parte del trimestre contenente base_date fino a includere l'ultimo millisecondo di base_date.
inweek Questa funzione restituisce True se timestamp ricade all'interno della settimana contenente base_date.
inweektodate Questa funzione restituisce True se timestamp ricade all'interno della parte della settimana contenente base_date fino a includere l'ultimo millisecondo di base_date.
inyear Questa funzione restituisce True se timestamp ricade all'interno dell'anno contenente base_date.
inyeartodate Questa funzione restituisce True se timestamp ricade all'interno della parte dell'anno contenente base_date fino a includere l'ultimo millisecondo di base_date.
lastworkdate La funzione lastworkdate restituisce la data di fine più prossima per ottenere no_of_workdays (dal lunedì al venerdì) se si inizia dalla data start_date tenendo in considerazione tutte le festività holiday eventualmente in calendario. start_date e holiday devono essere date o indicatori temporali validi. 
localtime Questa funzione restituisce un indicatore temporale dell'ora attuale fornita dall'orologio di sistema per un fuso orario specificato.
lunarweekend Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale recante l'ultimo millisecondo della settimana lunare contenente date. Le settimane lunari in Qlik Sense vengono definite calcolando il 1° gennaio come primo giorno della settimana.
lunarweekname Questa funzione restituisce un valore di visualizzazione che mostra l'anno e il numero della settimana lunare corrispondente a un indicatore temporale del primo millisecondo del primo giorno della settimana lunare contenente date. Le settimane lunari in Qlik Sense vengono definite calcolando il 1° gennaio come primo giorno della settimana.
lunarweekstart Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale del primo millisecondo della settimana lunare contenente date. Le settimane lunari in Qlik Sense vengono definite calcolando il 1° gennaio come primo giorno della settimana.
makedate Questa funzione restituisce una data calcolata dall'anno YYYY, dal mese MM e dal giorno DD.
maketime Questa funzione restituisce una data calcolata dall'ora hh, dal minuto mm e dal secondo ss.
makeweekdate Questa funzione restituisce una data calcolata dall'anno YYYY, dalla settimana WW e dal giorno della settimana D.
minute Questa funzione restituisce un numero intero che rappresenta il minuto in cui la frazione di expression viene interpretata come ora in base all'interpretazione numerica standard.
month Questa funzione restituisce un valore duale: il nome del mese come definito nella variabile di ambiente MonthNames e un numero intero compreso tra 1 e 12. Il numero del mese viene calcolato a partire dall'interpretazione della data dell'espressione in base all'interpretazione numerica standard.

Per ulteriori informazioni, vedere MonthNames .

monthend Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale recante l'ultimo millisecondo dell'ultimo giorno del mese contenente date. Il formato di output predefinito sarà il formato DateFormat impostato nello script.
monthname Questa funzione restituisce un valore di visualizzazione che mostra il mese (formattato in base alla variabile di script MonthNames) e l'anno il cui valore numerico sottostante corrisponde a un indicatore temporale recante il primo millisecondo del primo giorno del mese.

Per ulteriori informazioni, vedere MonthNames .

monthsend Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale recante l'ultimo millisecondo del mese, del bimestre, del trimestre, del quadrimestre o del semestre contenente una data di base. È inoltre possibile individuare l'indicatore temporale per un periodo di tempo precedente o successivo.
monthsname Questa funzione restituisce un valore di visualizzazione che rappresenta l'intervallo dei mesi del periodo (formattati in base alla variabile di script MonthNames) e l'anno. Il valore numerico sottostante corrisponde a un indicatore temporale recante il primo millisecondo del mese, del bimestre, del trimestre, del quadrimestre o del semestre contenente una data di base.
monthsstart Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale del primo millisecondo del mese, del bimestre, del trimestre, del quadrimestre o del semestre contenente una data di base. È inoltre possibile individuare l'indicatore temporale per un periodo di tempo precedente o successivo.
monthstart Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale recante il primo millisecondo del primo giorno del mese contenente date. Il formato di output predefinito sarà il formato DateFormat impostato nello script.
networkdays La funzione networkdays restituisce il numero di giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì) compresi tra e inclusi in start_date e end_date, tenendo in considerazione qualsiasi eventuale valore di festività holiday nel calendario.
now Questa funzione restituisce un'indicatore temporale recante l'ora attuale fornita dall'orologio di sistema. Il valore predefinito è 1.
quarterend Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale recante l'ultimo millisecondo del trimestre contenente date. Il formato di output predefinito sarà il formato DateFormat impostato nello script.
quartername Questa funzione restituisce un valore di visualizzazione che mostra i mesi del trimestre (formattati in base alla variabile di script MonthNames) e l'anno con valore numerico sottostante corrispondente a un indicatore temporale recante il primo millisecondo del primo giorno del trimestre.
quarterstart Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale recante il primo millisecondo del trimestre contenente date. Il formato di output predefinito sarà il formato DateFormat impostato nello script.
second Questa funzione restituisce un numero intero che rappresenta il secondo in cui la frazione di expression viene interpretata come ora in base all'interpretazione numerica standard.
timezone Questa funzione restituisce il nome del fuso orario attuale, come definito in Windows.
today Questa funzione restituisce la data attuale fornita dall'orologio di sistema.
UTC Restituisce il Coordinated Universal Time attuale.
week Questa funzione restituisce un numero intero che rappresenta il numero della settimana in base allo standard ISO 8601. Il numero della settimana viene calcolato a partire dall'interpretazione della data dell'espressione in base all'interpretazione numerica standard.
weekday Questa funzione restituisce un valore duale con: Il nome di un giorno come definito nella variabile di ambiente DayNames. Un numero intero compreso tra 0 e 6 che corrisponde al giorno nominale della settimana (0-6).
weekend Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale recante l'ultimo millisecondo dell'ultimo giorno (domenica) della settimana di calendario contenente date. Il formato di output predefinito sarà il formato DateFormat impostato nello script.
weekname Questa funzione restituisce un valore che mostra l'anno e il numero della settimana con un valore numerico sottostante corrispondente a un indicatore temporale recante il primo millisecondo del primo giorno della settimana contenente date.
weekstart Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale recante il primo millisecondo del primo giorno (lunedì) della settimana di calendario contenente date. Il formato di output predefinito è il formato DateFormat impostato nello script.
weekyear Questa funzione restituisce l'anno a cui appartiene il numero della settimana in base allo standard ISO 8601. I numeri della settimana rientrano in un intervallo approssimativo compreso tra 1 e 52.
year Questa funzione restituisce un numero intero che rappresenta l'anno in cui expression viene interpretato come data in base all'interpretazione numerica standard.
yearend Questa funzione restituisce un valore corrispondente a un indicatore temporale recante l'ultimo millisecondo dell'ultimo giorno dell'anno contenente date. Il formato di output predefinito sarà il formato DateFormat impostato nello script.
yearname Questa funzione restituisce un anno di quattro cifre come valore di visualizzazione con un valore numerico sottostante corrispondente a un indicatore temporale recante il primo millisecondo del primo giorno dell'anno contenente date.
yearstart Questa funzione restituisce un indicatore temporale corrispondente all'inizio del primo giorno dell'anno contenente date. Il formato di output predefinito sarà il formato DateFormat impostato nello script.
yeartodate Questa funzione stabilisce se l'indicatore temporale di input ricade all'interno dell'anno in cui lo script è stato caricato per l'ultima volta e restituisce True in caso affermativo e False in caso negativo.

Funzioni di formattazione e interpretazione che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

Le funzioni di formattazione utilizzano il valore numerico dell'espressione di input e lo convertono in un valore di testo. Le funzioni di interpretazioni invece si comportano nel modo opposto: le espressioni delle stringhe vengono valutate come numeri specificando il formato del numero risultante. In entrambi i casi il valore di output è duale, con un valore testuale e un valore numerico.

Ad esempio, considerare le differenze dell'output tra le funzioni Date e Date#.

Funzioni data e Date#
Funzione Output (testuale) Output (numerico)
Date#('20140831', 'YYYYMMDD') 20140831 41882
Date(41882, 'YYYY.MM.DD') 2014.08.31 41882

Queste funzioni sono utili quando i dati contengono campi data che non vengono interpretati come date in quanto il formato non corrisponde all'impostazione del formato della data in Qlik Sense. In questo caso, può risultare utile nidificare le funzioni:

Date(Date#(DateInput, 'YYYYMMDD'),'YYYY.MM.DD')

Questo determinerà l'interpretazione del campo DateInput in base al formato di input YYYYMMDD e la restituzione nel formato che si desidera utilizzare YYYY.MM.DD.

Funzioni di formattazione e interpretazione
Funzione Descrizione
Date Date() consente di formattare un'espressione come una data utilizzando il formato impostato nelle variabili di sistema nello script di caricamento dei dati o nel sistema operativo oppure una stringa di formattazione, se disponibile.
date_hash

Date# valuta un'espressione come data nel formato specificato nel secondo argomento, se fornito.

Dual

Dual() combina un numero e una stringa in un unico record in modo che la rappresentazione numerica del record possa essere utilizzata per l'ordinamento e il calcolo, mentre il valore della stringa possa essere utilizzato per la visualizzazione.

Interval Interval() consente di formattare un numero come un intervallo di tempo utilizzando il formato impostato nelle variabili di sistema nello script di caricamento dei dati o nel sistema operativo oppure una stringa di formattazione, se disponibile.
interval_hash Interval#() valuta un'espressione di testo come intervallo di tempo nel formato impostato nel sistema operativo per impostazione predefinita, oppure nel formato specificato nel secondo argomento, se disponibile.
Money Money() consente di formattare un'espressione numericamente come valore di valuta nel formato delle variabili di sistema impostato nello script di caricamento dei dati o nel sistema operativo, a meno che non vengano forniti una stringa di formattazione e separatori decimali e delle migliaia opzionali.
money_hash

Money#() converte una stringa di testo in un valore di valuta nel formato impostato nello script di caricamento o nel sistema operativo, a meno che non venga fornita una stringa di formattazione. I simboli dei separatori decimali e delle migliaia personalizzati sono parametri opzionali.

Num Num() consente di formattare un'espressione numericamente nel formato numerico impostato nelle variabili di sistema nello script di caricamento dei dati o nel sistema operativo, a meno che non vengano forniti una stringa di formattazione e separatori decimali e delle migliaia opzionali.
num_hash

Num#() converte una stringa di testo in un valore numerico, nel formato numerico impostato nello script di caricamento dei dati o nel sistema operativo. I simboli dei separatori decimali e delle migliaia personalizzati sono parametri opzionali.

Text Text() obbliga a considerare l'espressione come testo, anche nel caso in cui sia possibile un'interpretazione numerica.
Time Time() consente di formattare un'espressione come valore ora nel formato dell'ora impostato nelle variabili di sistema nello script di caricamento dei dati o nel sistema operativo, a meno che non venga fornita una stringa di formattazione.
time_hash

Time#() valuta un'espressione come valore ora nel formato dell'ora impostato nello script di caricamento dei dati o nel sistema operativo, a meno che non venga fornita una stringa di formattazione.

Timestamp TimeStamp() consente di formattare un'espressione come valore data e ora nel formato dell'indicatore temporale impostato nelle variabili di sistema nello script di caricamento dei dati o nel sistema operativo, a meno che non venga fornita una stringa di formattazione.
timestamp_hash Timestamp#() valuta un'espressione come valore data e ora nel formato dell'indicatore temporale impostato nello script di caricamento dei dati o nel sistema operativo, a meno che non venga fornita una stringa di formattazione.

Funzioni numeriche che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

È possibile utilizzare queste funzioni per arrotondare valori numerici.

Funzioni numeriche
Funzione Descrizione
ceil Ceil() arrotonda per eccesso un numero al multiplo più vicino di step modificato in base al numero di offset .
div Div() restituisce la parte intera della divisione aritmetica del primo argomento per il secondo argomento. Entrambi i parametri vengono interpretati come numeri reali, ossia, non devono essere numeri interi.
even Even() restituisce True (-1), se integer_number è un numero intero pari o zero. Restituisce False (0), se integer_number è un numero intero dispari e NULL se integer_number non è un numero intero.
fabs Fabs() restituisce il valore assoluto di x. Il risultato è un numero positivo.
fact Fact() restituisce il fattoriale di un numero intero positivo x.
floor

Floor() arrotonda per eccesso un numero al multiplo più vicino di step modificato in base al numero di offset .

fmod fmod() è una funzione di modulo generalizzato che restituisce la parte rimanente della divisione di un numero intero del primo argomento (il dividendo) per il secondo argomento (il divisore). Il risultato è un numero reale. Entrambi gli argomenti vengono interpretati come numeri reali, ossia, non devono essere numeri interi.
frac Frac() restituisce la parte frazionaria di x.
mod Mod() è una funzione di modulo matematico che restituisce la parte restante non negativa di una divisione di numero intero. Il primo argomento è il dividendo il secondo argomento è il divisore ed entrambi gli argomenti devono essere valori interi.
odd Odd() restituisce True (-1), se integer_number è un numero intero dispari o zero. Restituisce False (0), se integer_number è un numero intero pari e NULL se integer_number non è un numero intero.
round

Round() restituisce il risultato dell'arrotondamento di un numero per eccesso o per difetto al multiplo più vicino di step modificato in base al numero di offset .

sign Sign() restituisce 1, 0 o -1 a seconda che x sia un numero positivo, 0 o un numero negativo.

Funzioni condizionali che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

È possibile utilizzare queste funzioni per valutare una condizione e quindi restituire diverse risposte in base al valore della condizione.

Funzioni condizionali
Funzione Descrizione
alt La funzione alt restituisce il primo dei parametri che presenta una rappresentazione numerica valida. Se nessuna corrispondenza viene trovata, verrà restituito l'ultimo parametro. Può essere utilizzato un numero qualsiasi di parametri.
class La funzione class assegna il primo parametro a un intervallo di classe. Viene restituito un valore duale in cui a<=x<b rappresenta il valore testuale dove a e b rappresentano i limiti superiore e inferiore del contenitore e il limite inferiore è un valore numerico.
if La funzione if restituisce un valore a seconda che la condizione fornita con la funzione esegua la valutazione come True o come False.
match

La funzione match confronta il primo parametro con tutti i parametri seguenti e restituisce la posizione numerica delle espressioni corrispondenti. Il confronto rispetta la distinzione maiuscole/minuscole.

mixmatch La funzione mixmatch confronta il primo parametro con tutti i parametri seguenti e restituisce la posizione numerica delle espressioni corrispondenti. Il confronto non rispetta la distinzione maiuscole/minuscole.
pick La funzione pick restituisce l'espressione numero n nell'elenco.
wildmatch La funzione wildmatch confronta il primo parametro con tutti i parametri seguenti e restituisce il numero dell'espressione corrispondente. Consente l'utilizzo di caratteri jolly ( * e ?) nelle stringhe di confronto. * corrisponde a qualsiasi sequenza di caratteri. ? corrisponde a qualsiasi carattere singolo.

Funzioni NULL che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

È possibile utilizzare queste funzioni per restituire o rilevare valori null.

Funzioni NULL
Funzione Descrizione
Null

La funzione Null restituisce un valore NULL.

IsNull

La funzione IsNull verifica se il valore di un'espressione sia NULL restituendo -1 (True) in caso affermativo e 0 (False) in caso contrario.

Funzioni matematiche che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

È possibile utilizzare queste funzioni per i calcoli matematici.

Funzioni matematiche
Funzione Descrizione
e

La funzione restituisce la base degli algoritmi naturali, e (2.71828...).

rand

La funzione restituisce un numero casuale tra 0 e 1. Può essere utilizzata per creare dati campione.

Funzioni esponenziali e logaritmiche che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

È possibile utilizzare queste funzioni per i calcoli esponenziali e logaritmici.

Funzioni esponenziali e logaritmiche
Funzione Descrizione
exp

La funzione esponenziale naturale, e^x, che utilizza l'algoritmo naturale e come base. Il risultato è un numero positivo.

log

Il logaritmo naturale di x. La funzione viene definita solo se x> 0. Il risultato è un numero.

log10

Il logaritmo comune (base 10) di x. La funzione viene definita solo se x> 0. Il risultato è un numero.

pow

Restituisce x alla potenza di y. Il risultato è un numero.

sqr

x quadrato (x alla potenza di 2). Il risultato è un numero.

sqrt

Radice quadrata di x. La funzione viene definita solo se x >= 0. Il risultato è un numero positivo.

Funzioni di distribuzione che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

È possibile utilizzare queste funzioni per i calcoli di distribuzioni statistiche.

Funzioni di distribuzione
Funzione Descrizione
CHIDIST

CHIDIST() restituisce la probabilità a una coda della distribuzione chi2. La distribuzione chi2 è associata a un test chi2.

CHIINV

CHIINV() restituisce l'inverso della probabilità a una coda della distribuzione chi2.

FDIST FDIST() restituisce la distribuzione della probabilità F.
FINV FINV() restituisce il valore contrario alla distribuzione della probabilità F.
NORMDIST NORMDIST() restituisce la distribuzione cumulativa normale per la media e la deviazione standard specificate. Se mean = 0 e standard_dev = 1, la funzione restituisce la distribuzione normale standard.
NORMINV NORMINV() restituisce il valore contrario della distribuzione cumulativa normale per la media e la deviazione standard specificate.
TDIST TDIST() restituisce la probabilità per la distribuzione t di Student in cui un valore numerico è un valore calcolato di t per il quale deve essere calcolata la probabilità.
TINV TINV() restituisce il valore t della distribuzione t di Student in funzione della probabilità e dei gradi di libertà.

Funzioni geospaziali che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

È possibile utilizzare questa funzione per gestire i dati geospaziali.

Funzioni geospaziali
Funzione Descrizione
GeoMakePoint

La funzione GeoMakePoint() viene utilizzata negli script e nelle espressioni grafiche per creare e assegnare un tag a un punto con latitudine e longitudine.

Funzioni colore che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

È possibile utilizzare queste funzioni per impostare e valutare le proprietà dei colori.

Funzioni colore
Funzione Descrizione
ARGB

ARGB() viene utilizzata nelle espressioni per impostare o valutare le proprietà del colore di un oggetto del grafico, in cui il colore è definito da un componente rosso r, un componente verde g e un componente blu b, con un fattore alfa (opacità) di alpha.

HSL

HSL() viene utilizzata nelle espressioni per impostare o valutare le proprietà del colore di un oggetto del grafico, dove il colore è definito dai valori hue, saturation e luminosity tra 0 e 1.

RGB La funzione RGB() viene utilizzata nelle espressioni per impostare o valutare le proprietà del colore di un oggetto del grafico, in cui il colore è definito da un componente rosso r, un componente verde g e un componente blu b con valori compresi tra 0 e 255.

Funzioni logiche che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

È possibile utilizzare queste funzioni per gestire le operazioni logiche.

Funzioni logiche
Funzione Descrizione
IsNum

Restituisce -1 (True) se l'espressione può essere interpretata come numero, altrimenti restituisce 0 (False).

IsText

Restituisce -1 (True) se l’espressione presenta una rappresentazione di testo, altrimenti restituisce 0 (False).

Funzioni di sistema che è possibile utilizzare in un'espressione di campo calcolato

È possibile utilizzare queste funzioni per accedere alle proprietà del sistema, del dispositivo e delle app Qlik Sense.

Funzioni di sistema
Funzione Descrizione
system-functions

Questa funzione restituisce una stringa contenente il nome dell'utente attualmente connesso. Può essere utilizzato sia nello script di caricamento dei dati che in un'espressione grafica.

ReloadTime

Questa funzione restituisce un'indicazione di data/ora relativa al completamento dell'ultimo caricamento di dati. Può essere utilizzato sia nello script di caricamento dei dati che in un'espressione grafica.