Vai al contenuto principale

Creazione di app

Le app Qlik Sense contengono dati e impiegano le visualizzazioni per esplorare tali dati. È possibile effettuare le rilevazioni applicando le selezioni alle visualizzazioni.

Le fondamenta di un'app sono rappresentate dal modello dati e dallo script di caricamento. Le misure e le dimensioni sono voci dati riutilizzabili, utili per la creazione dei grafici. I fogli e i racconti sono impiegati per mostrare e organizzare le visualizzazioni. I segnalibri rappresentano un modo semplice per salvare uno stato di selezione specifico in un foglio.

Building blocks of an app.

Chiunque crei un'app viene automaticamente designato come proprietario. Un'app può essere riutilizzata, modificata e condivisa con altri, a seconda dei diritti di accesso.

Nota: Il formato di file .qvf è un formato proprietario.

Nozioni fondamentali

Gestione dati ed editor caricamento dati

Gestione dati consente di aggiungere ed elaborare rapidamente i dati. È possibile anche associare eventuali tabelle di dati. L'editor caricamento dati utilizza gli script per collegarsi a una sorgente dati e recuperare i dati. Consultare Gestione dei dati nelle app mediante Gestione dati e Utilizzo dell'editor caricamento dati.

Modello dati

I dati caricati vengono strutturati in un modello dati. È possibile caricare nuovamente i dati per generare un modello dati specifico per l'app in uso. Vedere Visualizzazione del modello dati.

Misure

Le misure sono calcoli da utilizzare nelle visualizzazioni. Le misure vengono create da un'espressione composta da funzioni di aggregazione, ad esempio Sum o Max, combinate con uno o più campi. Vedere Misure e Utilizzo di espressioni nelle visualizzazioni.

Dimensioni

Le dimensioni sono campi utilizzati nelle visualizzazioni. Le dimensioni determinano il metodo di raggruppamento dei dati all'interno della visualizzazione. Ad esempio: vendite totali per paese o numero di prodotti per fornitore. Vedere Dimensioni e Campi.

Struttura e oggetti visivi

Fogli

I fogli contengono visualizzazioni di dati, ad esempio grafici e tabelle. Si crea una struttura nell'app raggruppando le visualizzazioni sui fogli. Ad esempio, si può disporre di un foglio per le vendite in Nord America e di un altro foglio per le vendite in Europa. Per ulteriori informazioni, vedere Strutturazione di un'app tramite fogli e Scelta e uso delle visualizzazioni.Structuring an app using sheetsCreating visualizations

Segnalibri

I segnalibri sono collegamenti a un determinato set di selezioni e di espansioni grafico. Vedere Memorizzazione di selezioni nei preferiti.

Racconti

Racconti basati su snapshot di visualizzazioni. Si presentano i dati mediante la creazione di un racconto che guida l'utente a nuove informazioni e mediante la combinazione di snapshot di dati in stati di selezione e date e orari specifici.Vedere Racconto dati.

Utilizzo delle app nell'hub cloud

È possibile aggiungere, modificare e condividere app nell'hub cloud.

Le app possono essere aggiunte nell'hub cloud dagli utenti con un ruolo Professional. I membri dell'hub cloud possono visualizzare e interagire con le app condivise. Non possono aggiungere contenuti della comunità, come fogli e racconti, alle app condivise, a meno che queste non si trovino in uno spazio condiviso a cui hanno accesso in modifica.

Nota:

Le app create in Qlik Sense Enterprise on Windows e pubblicate nell'hub cloud non possono essere modificate o condivise all'interno dell'hub cloud. Se si desidera modificare queste app nell'hub cloud, è necessario esportarle da QMC e importarle nell'hub cloud.

Esistono diversi modi per sviluppare app e condividerle nell'hub cloud. Ecco un tipico ciclo di vita di un'app:

  1. Si aggiunge l'app all'hub cloud

    È possibile creare una nuova app e svilupparla nell'hub cloud. Se si è proprietari di un'app nell'hub cloud e si desidera utilizzarla come modello, è possibile duplicare l'app e quindi modificare la copia. È anche possibile importare un'app esportata da un'altra distribuzione di Qlik Sense.

    Creazione di app nell'hub cloud

    Se si desidera sviluppare l'app in modo collaborativo, è possibile aggiungerla a uno spazio condiviso. Per un esempio di flusso di lavoro relativo agli spazi, vedere Collaborazione nell'hub cloud.

  2. Si aggiungono dati e si sviluppa l'app

    Se si è creata una nuova app, è possibile aggiungere sorgenti dati, creare il modello dati e quindi creare fogli e racconti. Se l'app si trova in uno spazio condiviso, è inoltre possibile utilizzare le sorgenti dati già aggiunte allo spazio.

    Se si è copiata un'app, è possibile modificare le sorgenti dati, rivedere il modello dati e quindi modificare i fogli e i racconti. Se si duplica un'app contenente sorgenti dati di cui non si è proprietari, sarà necessario aggiungere tali sorgenti.

    Se si è caricata un'app, è necessario aggiungere nuovamente le sorgenti dati originali all'app. È anche possibile aggiungere nuove sorgenti dati e modificare il contenuto.

    I propri fogli e racconti sono privati finché non vengono resi pubblici.

  3. Si crea una pianificazione di caricamento dati

    È possibile creare caricamenti pianificati dei dati per assicurarsi che le visualizzazioni riflettano le informazioni più aggiornate.

    Ricaricamento dei dati delle app nell'hub cloud

  4. Si condivide l'app con altri membri

    È possibile condividere l'app personale con i membri dell'hub cloud spostando l'app in uno spazio condiviso. È anche possibile pubblicare l'app in uno spazio gestito.

    Collaborazione nell'hub cloud

  5. Si aggiorna l'app

    Come proprietari dell'app, si potrebbe ricevere feedback dagli utenti dell'app. Un'app condivisa può essere aggiornata in qualsiasi momento. È possibile rendere nuovamente privati i fogli e i racconti per effettuare ulteriori modifiche. È possibile apportare modifiche al modello dati.

  6. Si ritira l'app dall'hub cloud

    Quando l'app non è più necessaria, è possibile eliminarla dall'hub cloud.

    Eliminazione di app