Connessioni di analisi

Le connessioni di analisi consentono di integrare strumenti di analisi esterni nella Business Discovery. Una connessione di analisi estende le espressioni che si possono usare negli script di caricamento e nei grafici attraverso la chiamata a un motore di calcolo esterno (in questi casi il motore di calcolo funge da SSE, estensione lato server). Ad esempio, è possibile creare una connessione di analisi a R e utilizzare espressioni statistiche quando si caricano i dati.

Creazione di una connessione di analisi

Sia per QlikView Desktop che per QlikView Server (QVS), le connessioni di analisi sono configurate attraverso la modifica di Settings.ini.

Note: QlikView Desktop deve essere chiuso prima della modifica del file Settings.ini.
QlikView Server deve essere arrestato prima della modifica del file Settings.ini.
Dopo l'aggiunta di nuove connessioni o la modifica di connessioni esistenti, per rendere effettive le modifiche è necessario il riavvio.
Note: Tenere presente che il server del plug-in SSE deve essere in esecuzione prima dell'avvio di QlikView, altrimenti la connessione non verrà stabilita.

Procedere come segue:

  1. Aprire il file Settings.ini.
    Per QlikView Desktop, il file si trova nel percorso C:\Users\username\AppData\Roaming\QlikTech\QlikView.
    Per QlikView Server, il file si trova nel percorso C:\ProgramData\QlikTech\QlikViewServer.
  2. Aggiungere la configurazione seguente:

    [Settings 7]
    SSEPlugin=<PluginConfig>[;<PluginConfig>...]

    Dove <PluginConfig> è un elenco contenente i seguenti elementi di configurazione separati da virgole:

    <EngineName>,<Address>[,<PathToCertFile>,<RequestTimeout>,<ReconnectTimeout>]

    Proprietà Descrizione
    <NomeEngine> Nome della connessione di analisi. Deve essere univoco. Corrisponde al mapping/alias del plug-in che verrà utilizzato dalle espressioni nell'app. <NomeEngine> è necessario per utilizzare le funzioni del plug-in. Ad esempio, SSEPython per un plug-in Python o R per un plug-in R.
    <Address>

    Elenco separato da virgole con due elementi:

    <Host>: nome DNS (o indirizzo IP) del plug-in.

    <Porta>: porta sulla quale il plug-in è in ascolto.

    <PercorsoFileCertificati> Percorso nel file system della cartella contenente i certificati client necessari per la sicurezza della comunicazione con il plug-in. Questo percorso indica solo la cartella dove si trovano i certificati. È necessario verificare che siano effettivamente stati copiati in tale cartella. I tre file dei certificati devono avere questi nomi: root_cert.pem, sse_client_cert.pem, sse_client_key.pem. È consentita solo l'autenticazione reciproca (autenticazione server e client).
    Note: L'impostazione del percorso del file dei certificati è opzionale ma, se omessa, verrà utilizzato un protocollo di comunicazione non sicuro.
    <TimeoutRichiesta> Numero intero (secondi). Opzionale. Il valore predefinito è 0 (infinito). Timeout per la durata dei messaggi.
    <TimeoutRiconnessione> Numero intero (secondi). Opzionale. Il valore predefinito è 20 (secondi). Attesa prima che il client provi a riconnettersi al plug-in dopo la perdita della connessione.
  1. Aprire il file Batch Settings.ini di QlikView e aggiungere la stessa configurazione del passaggio 2 per poter ricaricare il documento.

    Il percorso predefinito è C:\Windows\system32\config\systemprofile\AppData\Roaming\QlikTech\QlikViewBatch.

  2. Dopo aver salvato le modifiche ai file Settings.ini, riavviare QlikView. A questo punto è possibile utilizzare la connessione di analisi aggiungendola tramite la finestra di dialogo Modifica espressione o la finestra di dialogo Script di caricamento.

Sicurezza delle connessioni di analisi

Adottare le procedure consigliate seguenti per rafforzare la sicurezza dell'ambiente di QlikView quando si utilizza una connessione di analisi:

  • Installare ed eseguire il plug-in SSE (Server-Side Extension) in un ambiente separato e isolato, senza diritti di amministratore. Per ridurre al minimo i danni causati da uno script dannoso, verificare quale account utente avvia il plug-in e i diritti di accesso dell'utente al computer e al dominio.
  • Per una maggiore sicurezza, è possibile disabilitare la funzionalità EvaluateScript impostando il parametro di configurazione allowScript su false nel file di configurazione del plug-in SSE. In questo modo si eviterà l'esecuzione di script arbitrari e si consentirà al plug-in SSE di eseguire solo funzioni predefinite.
  • Agli sviluppatori di applicazioni che creano documenti QlikView si consiglia di impostare un formato con restrizioni per eventuali variabili utilizzate in un'espressione SSE; ad esempio, è possibile limitare il formato di una variabile solo a valori numerici.

Restrizioni nell'utilizzo delle connessioni di analisi

La funzionalità delle connessioni di analisi viene disabilitata quando si crea un nuovo oggetto server condiviso.

Quando viene copiato un oggetto di lavoro esistente contenente un'espressione di connessione di analisi, l'editor delle proprietà del grafico viene disabilitato automaticamente. Ciò significa che le proprietà del grafico per quell'oggetto di lavoro non saranno più modificabili.

Esempi

Negli esempi seguenti viene illustrato come impostare un plug-in SSE (Server-Side Extension). In questi esempi si usa un plug-in Python e vengono definiti uno o più server.

  • Un server plug-in SSE: SSEPlugin=SSEPython,localhost:50051
  • Due server plug-in SSE: SSEPlugin=SSEPython,localhost:50051;R,localhost:50053
  • Un server plug-in SSE definito senza percorso dei certificati ma con timeout impostati: SSEPlugin=SSEPython,localhost:50051,,0,20