Casella di elenco

La casella di elenco è l'elemento base tra tutti gli oggetti di un foglio. Contiene un elenco di tutti i possibili valori contenuti in un campo specifico. Ogni riga della casella di elenco può rappresentare diversi record in una tabella caricata nel documento, tutti con gli stessi valori. La selezione di un valore può quindi equivalere alla selezione di diversi record nella tabella.

Inoltre, una casella di elenco può includere un gruppo ciclico o di drill-down. Se viene utilizzato un gruppo di drill-down e viene selezionato un solo valore nella casella di elenco, viene eseguito il drill-down e nella casella viene visualizzato il valore subordinato successivo del gruppo. Per eseguire il drill-up, fare clic sulla relativa icona nell'intestazione della casella di elenco.

Se a una casella di elenco viene assegnato un gruppo ciclico, è possibile visualizzare il campo successivo all'interno del gruppo facendo clic sulla relativa icona nell'intestazione della casella di elenco. È possibile accedere direttamente ad un campo del gruppo mediante l'opzione Ciclo nel menu relativo all'oggetto casella di elenco.

Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla casella di elenco per visualizzare il menu Oggetto.

menu Oggetto

Il menu Oggetto della casella di elenco viene visualizzato facendo clic con il pulsante destro del mouse sull'oggetto. I comandi del menu sono:

Proprietà... Consente di visualizzare la finestra di dialogo Proprietà casella di elenco, in cui è possibile impostare un determinato numero di parametri.
Note

Consente di creare e condividere le note relative all'oggetto corrente.

Vedere: Note e commenti

Ciclo

Questa voce è disponibile solo quando la casella di elenco è impostata per visualizzare un gruppo ciclico. Consente di visualizzare un menu a discesa con l'elenco dei campi appartenenti al gruppo, in cui è possibile effettuare una selezione diretta del campo da visualizzare nella casella di elenco.

Vedere: Gruppi non gerarchici (ciclici)

Cerca

Consente di aprire la casella di ricerca.

Vedere: Ricerca

Ricerca Fuzzy

Consente di visualizzare la casella di ricerca di testo in modalità ricerca fuzzy.

Vedere: Ricerca Fuzzy

Ricerca avanzata

Viene visualizzata la finestra di dialogo Ricerca avanzata. In questa finestra è possibile immettere espressioni di ricerca avanzata. È inoltre possibile richiamare questo comando utilizzando la combinazione di tasti di scelta rapida seguente: CTRL+MAIUSC+F.

Vedere: Finestra di dialogo Ricerca avanzata

Ordine

Questo menu a cascata è disponibile solo quando è attivato il comando Griglia di posizionamento del menu Visualizza o quando è selezionata l'opzione Mostra sempre le voci del menu Sviluppo in Preferenze dell'utente: Sviluppo. Contiene quattro comandi per impostare il livello di presentazione degli oggetti di lavoro. I numeri validi sono compresi tra -128 e +127.

Porta in primo piano
Consente di impostare il livello di presentazione dell'oggetto di lavoro sul massimo valore attualmente utilizzato da qualsiasi oggetto di lavoro sul foglio corrente.

Manda in secondo piano
Consente di impostare il livello di presentazione dell'oggetto di lavoro sul minimo valore attualmente utilizzato da qualsiasi oggetto di lavoro sul foglio corrente.

Porta sopra
Consente di incrementare il livello di presentazione dell'oggetto di lavoro di una unità. Il valore massimo è 127.

Sposta indietro
Consente di diminuire il livello di presentazione dell'oggetto di lavoro di una unità. Il valore minimo è -128.


Modifica valore È disponibile solo per le caselle di elenco in cui sono visualizzati i campi di input. Imposta nella modalità di modifica dell'input la cella su cui si fa clic. Equivale a fare clic sull'icona di input nella cella.
Ripristina Valori È disponibile solo per le caselle di elenco in cui sono visualizzati i campi di input. Consente di visualizzare un menu a discesa con le tre opzioni seguenti:
Ripristina il Valore Singolo
Consente di ripristinare il valore nel valore di campo selezionato applicando il relativo valore predefinito dello script.
Ripristina i Valori Possibili
Consente di ripristinare tutti i valori di campo possibili applicando i relativi valori predefiniti dello script.
Ripristina Tutti i Valori
Consente di ripristinare tutti i valori di campo applicando i relativi valori predefiniti dello script.
Seleziona possibili Vengono selezionati tutti i valori non esclusi nella casella di elenco.
Seleziona esclusi Vengono selezionati tutti i valori esclusi nella casella di elenco.
Seleziona Tutto Vengono selezionati tutti i valori nella casella di elenco.
Cancella Consente di annullare tutte le selezioni correnti nella casella di elenco attiva.
Cancella altri Campi Consente di annullare tutte le selezioni presenti negli altri campi, mantenendo le selezioni presenti nella casella di elenco attiva.
Bloccato Consente di bloccare i valori selezionati nella casella di elenco attiva. Risulta di colore grigio se non sono state effettuate selezioni.
Sblocca Consente di sbloccare i valori precedentemente bloccati nella casella di elenco attiva. (Viene visualizzato al posto del comando Blocca se le selezioni sono state bloccate).
Crea grafico rapido...

Consente di visualizzare il Wizard grafico rapido, che permette di creare un grafico in modo semplice e rapido.

Vedere: Wizard grafico rapido

Crea grafico tempi...

Consente di visualizzare la funzione Grafico tempi, che permette di creare un grafico dove una data misura (espressione) deve essere qualificata e spesso confrontata rispetti a diversi periodi di tempo.

Vedere: Wizard grafico tempo

Crea casella statistica Consente di eseguire diversi calcoli statistici sui valori selezionati di un campo (esempio) e di visualizzare i risultati in una casella statistica.
Stampa possibili...

Consente di visualizzare la finestra di dialogo Stampa dove è possibile specificare le impostazioni di stampa. Tutti i valori non esclusi della casella di elenco attiva vengono inviati alla stampante.

Vedere: Stampa: Generale

Stampa valori possibili come PDF...

Consente di visualizzare la finestra di dialogo Stampa con la stampante PDF-XChange 3.0 preselezionata. Dopo avere fatto clic su Stampa, viene richiesto di assegnare un nome al file PDF generato. Questo comando è disponibile solo se nel sistema è disponibile una stampante PDF.

Invia a Excel

Consente di esportare i valori possibili (compresi quelli selezionati) in Microsoft Excel, che viene avviato automaticamente se non era già in esecuzione. I valori esportati verranno visualizzati in un nuovo foglio di lavoro di Excel. Per utilizzare questa funzionalità è necessario che nel computer sia installato Microsoft Excel 2007 o versione successiva.

Nota: I mini grafici non vengono visualizzati quando si esporta in Excel.
Esporta... Consente di visualizzare la finestra di dialogo Salva con nome, in cui è possibile specificare percorso, nome del file e tipo di file (tabella) per i dati esportati.
Copia negli Appunti Questo menu a discesa contiene le opzioni di copia relative all'oggetto di lavoro.
Valori Possibili
Consente di copiare i valori possibili (selezionati e opzionali) negli Appunti.
Valore Cella
Consente di copiare il valore di testo della cella selezionata con il pulsante destro del mouse (quando si richiama il menu Oggetto) negli Appunti.
Immagine
Consente di copiare negli Appunti un'immagine dell'oggetto di lavoro. In base alle impostazioni selezionate nella pagina Preferenze dell'Utente: Esporta, nell'immagine vengono inclusi o meno l'intestazione e il bordo dell'oggetto di lavoro.
Oggetto
Consente di copiare l'intero oggetto di lavoro negli Appunti per consentire di incollarlo in qualsiasi altro punto della presentazione o di un altro documento aperto nella stessa istanza di QlikView.
Oggetti collegati

Consente di visualizzare un menu con comandi relativi agli oggetti collegati.
Adatta la posizione degli oggetti collegati
A tutti gli oggetti collegati in tutti i fogli vengono assegnate dimensioni e posizione identiche all'oggetto o agli oggetti evidenziati.
Scollega questo oggetto/Scollega oggetti
Consente di annullare il collegamento fra gli oggetti, isolandoli e assegnando loro ID differenti.

Minimizza Consente di ridurre l'oggetto a icona. Equivale a fare clic sull'icona sull'intestazione dell’oggetto (se visualizzata). Questo comando è disponibile solo se l'ingrandimento è consentito nella finestra di dialogo Proprietà dell'oggetto nella pagina Didascalia.
Massimizza Consente di ingrandire l'oggetto per adattarlo al foglio. Equivale a fare clic sull'icona sull'intestazione dell’oggetto (se visualizzata). Questo comando è disponibile solo se l'ingrandimento è consentito nella finestra di dialogo Proprietà dell'oggetto nella pagina Didascalia.
Ripristina Consente di ripristinare alle dimensioni e alla posizione originali l'oggetto ridotto a icona o ingrandito. Equivale a fare doppio clic sull'icona di un oggetto ridotto a icona o a fare clic sull'icona sull'intestazione di un oggetto ingrandito (se visualizzata). Questo comando è disponibile solo per oggetti ridotti a icona o ingranditi.
Guida Consente di visualizzare la Guida di QlikView.
Rimuovi Consente di rimuovere l'oggetto di lavoro dal foglio.

Generale

La pagina Proprietà Casella di Elenco: Generale viene visualizzata facendo clic con il pulsante destro del mouse su una casella di elenco e scegliendo il comando Proprietà dal menu mobile. Questa pagina consente di impostare i parametri generali della casella di elenco.

Titolo

Il testo che deve essere visualizzato nella didascalia della casella. Il testo predefinito è rappresentato dal nome del campo selezionato. Il titolo può essere anche definito come una formula calcolata per l'aggiornamento dinamico del testo dell'etichetta. Fare clic sul pulsante ... per visualizzare la finestra di dialogo Modifica espressione in cui è possibile modificare più facilmente le formule lunghe.

Vedere: Sintassi di espressione per le formule calcolate

Campo Consente di selezionare un campo dall'elenco. La casella di elenco contiene i valori relativi al campo selezionato.
Una casella di riepilogo può visualizzare anche un gruppo ciclico o di drill-down. Tuttavia, è possibile visualizzare un solo campo alla volta. Questi gruppi vengono creati nella finestra di dialogo Proprietà documento: Gruppi e verranno elencati con i campi disponibili.
Se viene utilizzato un gruppo di drill-down e si seleziona un valore singolo nella casella di elenco, viene eseguito il drill-down nella casella stessa e si passerà al campo sottostante successivo del gruppo. Per eseguire il drill-up, fare clic sulla relativa icona nella didascalia della casella di elenco.
Se un gruppo ciclico viene assegnato a una casella di elenco, è possibile visualizzare il successivo campo nel gruppo selezionando l'icona di visualizzazione ciclica presente nell'intestazione della casella di elenco. È possibile accedere direttamente a un campo del gruppo mediante l'opzione Ciclo -> nel menu relativo all'oggetto della casella di elenco.
È inoltre possibile visualizzare un campo calcolato in una casella di elenco. Un campo calcolato non viene restituito dall'esecuzione di uno script, bensì viene definito tramite un'espressione. Le stesse regole vengono applicate a Dimensioni calcolate. Se si desidera utilizzare un campo calcolato nella casella di riepilogo, selezionare <Espressione> nel menu a discesa per aprire la finestra di dialogo Modifica espressione, in cui è possibile definire l'espressione che descrive il campo calcolato.
Usa come titolo
Se viene selezionata questa casella di controllo, il nome del campo viene utilizzato come Titolo. Il testo <usa nome campo> apparirà nella casella di modifica del Titolo.
Modifica
Questo pulsante è disponibile solo se come nome di campo è stato selezionato <Espressione>. Il pulsante apre la finestra di dialogo Modifica espressione in cui è possibile definire l'espressione che descrive il campo calcolato.
Nota: Quando viene utilizzato un campo calcolato, alcune funzionalità della casella di elenco saranno differenti rispetto alle caselle di elenco del campo standard. Alcune opzioni delle proprietà non risultano disponibili (vedere di seguito). Inoltre, non è possibile creare caselle statistiche da queste caselle di elenco.
Nota: Un campo calcolato dovrà sempre essere una trasformazione di uno o più campi standard. Non sono consentiti campi calcolati sintetici creati tramite le funzioni valuelist e valueloop. Le selezioni effettuate in un campo calcolato comportano selezioni effettive nei campi normali sottostanti. Se come base per un campo calcolato vengono utilizzati più campi, è possibile che le implicazioni logiche delle selezioni nei campi di base o in quello calcolato risultino molto complesse.
Nota: L'uso dei campi calcolati nelle caselle di elenco può causare problemi di prestazioni in caso di gestione di serie di dati di dimensioni molto grandi.
Nota: Non è possibile utilizzare i campi MEASURE definiti con la funzione Direct Discovery in una casella di elenco.
Modalità AND

Più selezioni all'interno di un campo devono essere di tipo AND o OR. Per impostazione predefinita, le selezioni sono di tipo OR. Questa opzione permette di cambiare la modalità logica delle selezioni multiple. Questa opzione di menu è disabilitata se il campo non soddisfa determinate condizioni. Questa opzione non è disponibile per i campi calcolati.

Mostra le alternative Imposta la modalità di esclusione dei valori non compresi in una selezione nella casella di elenco del campo attivo. Se Mostra le Alternative è stata selezionata, tutti i valori eccetto quelli selezionati vengono visualizzati come opzionali, ma possono essere esclusi se vengono associati a selezioni effettuate in altri campi. In caso contrario, tutti gli altri valori vengono considerati esclusi per impostazione predefinita. Questa opzione non è disponibile per i campi calcolati.
Nascondi Valori esclusi Consente di impostare la possibilità di visualizzare o meno i valori esclusi. Tali valori, anche se visibili, diventano comunque non selezionabili.
Sola Lettura Impostando questa opzione non sarà possibile effettuare selezioni in questa casella di riepilogo. Tuttavia verranno applicate le selezioni effettuate in altre parti del documento.
Sempre un solo Valore selezionato

Questa opzione garantisce che potrà essere selezionato un solo valore ed è utile nei documenti in cui i dati sono significativi solo se è già stato selezionato un valore, ad esempio un cambio valuta. Questa opzione viene abilitata dopo che un valore è già stato selezionato nella casella di elenco. Questa opzione non è disponibile per i campi calcolati.

Nota: L'attivazione di questa opzione consente di modificare il modello dati. Di conseguenza, i preferiti esistenti potrebbero smettere di funzionare, anche se si mantengono gli stessi nomi di campo.
Sovrascrivi campi bloccati Permette di eseguire selezioni anche se la casella di riepilogo è bloccata. La casella di riepilogo risulta comunque bloccata per le selezioni indirette (che scaturiscono da selezioni in altre parti del documento).
Mostra come Visualizzazione ad Albero

Consente di visualizzare la struttura della casella di elenco. Questo controllo è disponibile solo nel campo è inclusa la rappresentazione gerarchica del percorso dei nodi. È possibile creare tale campo tramite il parametro Path del prefisso Hierarchy.

Vedere: Visualizzazione struttura della casella di elenco

Con Separatore Consente di impostare il carattere di separazione nel percorso utilizzato per la visualizzazione struttura.
Mostra la frequenza Consente di attivare/disattivare la visualizzazione della frequenza di un valore di campo. La frequenza indica il numero di combinazioni selezionabili in cui appare tale valore. Questa opzione non è disponibile per i campi calcolati.
In Percentuale Alterna lo stato di visualizzazione o meno della frequenza come numeri assoluti o percentuali del numero totale di voci.
Stato alternato Selezionare uno degli stati disponibili nell'elenco. I seguenti Stati Alternati sono sempre disponibili.
Ereditato
Lo stato di fogli e oggetti di lavoro è sempre ereditato finché non viene ignorato dallo sviluppatore QlikView. Questa impostazione è ereditata dall'oggetto di livello superiore; scegliendo lo stato ereditato, un grafico presente in un foglio acquisisce le stesse impostazioni del foglio.
Lo stato predefinito
costituisce lo stato prevalentemente utilizzato in QlikView ed è rappresentato da $. Un documento QlikView è sempre in Stato Predefinito.
Identificativo oggetto

Questa opzione viene utilizzata per le macro. A ogni oggetto di lavoro viene assegnato un ID. Si raccomanda di utilizzare unicamente caratteri alfanumerici per l'ID. L'ID delle caselle di elenco inizia con LB01. Gli oggetti collegati condividono lo stesso ID oggetto. Successivamente è possibile modificare questo numero ID.

Vedere: Interprete interno di macro

Includi nella ricerca i valori esclusi L'elenco a discesa consente di selezionare i valori , No o <usa il default> per applicare le impostazioni predefinite impostate nella finestra Preferenze dell'Utente: Generale.
Modalità di ricerca predefinita Consente di specificare la modalità di ricerca predefinita iniziale da utilizzare nelle ricerche testuali. È possibile modificare la modalità rapidamente e in qualsiasi momento includendo il carattere asterisco (*) o tilde (~) nella stringa di ricerca. Sono disponibili le alternative seguenti:
Usa <predefinito>
Viene applicata l'opzione predefinita specificata in Preferenze dell'utente.
Utilizza la ricerca con caratteri speciali
La stringa di ricerca iniziale è composta da due caratteri speciali separati dal cursore (ricerca con caratteri speciali).
Utilizza la ricerca Fuzzy
La stringa di ricerca iniziale è composta da un carattere tilde (~) per indicare che si tratta di una ricerca fuzzy.
Utilizza la ricerca normale
Alla stringa di ricerca non vengono aggiunti ulteriori caratteri. Se non si utilizzano caratteri speciali, viene eseguita una ricerca normale.
Utilizza la Ricerca Associata
Nella casella di ricerca verrà utilizzata la ricerca associativa.

Vedere: Ricerca

Impostazioni di stampa Qui è possibile configurare le impostazioni di stampa.
Stampa Tutti i Valori Il funzionamento normale delle caselle di elenco prevede la stampa solo dei valori possibili. Selezionando questa casella di controllo, verranno stampati tutti i valori (anche quelli esclusi).
Stampa Dipendente dalla Presentazione Se viene selezionata questa casella di controllo, viene eseguita la stampa della casella di elenco come è mostrata sullo schermo, pertanto vengono mantenute le colonne multiple, le opzioni di selezione dei colori e così via. Risulta utile ad esempio per includere le caselle di elenco nei report.

Espressioni

Nella scheda Espressioni è possibile definire le espressioni da visualizzare nella casella di elenco. All'interno della casella di elenco, ciascuna espressione viene inserita in una nuova colonna. Nell'angolo superiore sinistro della finestra di dialogo è disponibile un elenco di espressioni.

I dati di espressione possono anche essere formattati dinamicamente mediante espressioni di attributo. Fare clic sull'icona di espansione posta davanti a ogni espressione per visualizzare le espressioni di attributi dell'espressione.

È possibile scegliere di utilizzare un qualsiasi numero o combinazione di espressioni di attributi in un'espressione di base data. La formattazione definita con le espressioni di attributi sovrascrive la formattazione predefinita del disegno dei dati (in termine di colore/testo ecc.).

Aggiungi Facendo clic su questo pulsante, viene visualizzata la finestra di dialogo Modifica espressioni, in cui è possibile creare nuove espressioni. Questa opzione è inoltre disponibile nel menu contestuale accessibile facendo clic con il pulsante destro del mouse su un'espressione del relativo elenco.
Elimina Elimina l'espressione selezionata. Questa opzione è inoltre disponibile nel menu contestuale accessibile facendo clic con il pulsante destro del mouse su un'espressione del relativo elenco.
Copia Questa opzione è disponibile solo nel menu contestuale accessibile facendo clic con il pulsante destro del mouse su un'espressione del relativo elenco. Quando si utilizza questo comando su un'espressione principale, tutti i dati e le impostazioni associate all’espressione (incluse le etichette) verranno copiati negli Appunti come parti di xml. È quindi possibile incollare di nuovo l’espressione nello stesso oggetto oppure in qualsiasi altro oggetto QlikView all'interno dello stesso documento o in uno differente. Se si utilizza il comando su un'espressione di attributo, solo la definizione dell’espressione di attributo verrà copiata. È quindi possibile incollare un'espressione di attributo in una qualsiasi espressione principale all'interno dello stesso oggetto o in uno differente.
Esporta... Questa opzione è disponibile solo nel menu contestuale accessibile facendo clic con il pulsante destro del mouse sull'espressione principale del relativo elenco. Quando si utilizza questo comando su un'espressione principale, tutti i dati e le impostazioni associati all’espressione (inclusa l’etichetta) possono essere esportati in un file .xml. L’espressione può essere quindi importata nuovamente nello stesso grafico o in qualsiasi altro grafico di QlikView nello stesso documento oppure in uno differente. Il comando apre la finestra di dialogo Esporta Espressione come, da cui è possibile selezionare la destinazione del file da esportare. Al file viene assegnata un’estensione, ad esempio .xml.
Incolla L’opzione è disponibile solo nel menu contestuale accessibile tramite clic destro sull'elenco di espressioni e solo se in precedenza è stata copiata un'espressione negli Appunti. Se un'espressione principale è stata precedentemente copiata negli Appunti, è possibile incollarla nell’area vuota nell'elenco delle espressioni, creando una nuova espressione identica a quella copiata. Se un'espressione di attributo è stata copiata, è possibile incollarla in un'espressione principale.
Importa... Questa opzione è disponibile solo nel menu contestuale accessibile facendo clic con il pulsante destro del mouse nell’area vuota nell’elenco delle espressioni. Questo comando apre una finestra di dialogo in cui è possibile cercare le espressioni precedentemente esportate. L’espressione importata apparirà come una nuova espressione principale nel grafico.
Promuovi Promuove l’espressione selezionata di un passo nell’elenco. Usare questo pulsante per cambiare l’ordine delle espressioni.
Arretra Arretra l’espressione selezionata di un passo nell’elenco. Usare questo pulsante per cambiare l’ordine delle espressioni.
Simbolo Nullo Il simbolo immesso è utilizzato per visualizzare i valori NULL nella tabella.
Simbolo mancante Il simbolo immesso viene utilizzato per rappresentare i valori mancanti nella tabella.
Abilita Selezionare questa casella di controllo per abilitare l'espressione selezionata. In caso contrario, l'espressione non viene utilizzata.
Definizione Mostra la composizione dell’espressione selezionata. È possibile modificare l’espressione direttamente in questa casella. Facendo clic sul pulsante …, verrà visualizzata la finestra di dialogo Modifica espressioni completa.
Mostra Se è selezionata l'opzione Sempre, l'espressione risulta sempre disponibile in una colonna aggiuntiva della casella di elenco. Se è selezionata l'opzione Condizionale, l'espressione verrà visualizzata o nascosta in modo dinamico in base al valore dell'espressione condizionale immessa nella casella di modifica a destra.
Allineamento In questo gruppo è possibile impostare l’allineamento predefinito delle espressioni. Testo e numeri possono essere impostati separatamente su allineato a sinistra, al centro o a destra.
Visualizza opzioni Questo gruppo consente di definire i dati da includere nella cella dell’espressione relativa alla casella di elenco.
Rappresentazione Sono disponibili le alternative seguenti:
Testo
Quando si seleziona questa opzione, i valori dell'espressione saranno sempre interpretati e visualizzati come testo.
Immagine
Quando si seleziona questa opzione, QlikView tenterà di interpretare ogni valore dell'espressione come un riferimento a un'immagine. Il riferimento può essere un percorso di un file di immagine su disco (ad esempio C:\Mypic.jpg) oppure all'interno di un documento con estensione qvw (ad esempio qmem:// <Nome>/<Pietro>). Se QlikView non è in grado di interpretare il valore di un'espressione come un riferimento valido dell'immagine, viene visualizzato il valore stesso.
Cruscotto circolare
Quando si selezione questa opzione, QlikView visualizzerà il valore dell'espressione in un cruscotto circolare. Il grafico a cruscotto verrà inserito nella cella della tabella disponibile. Per modificare le impostazioni di visualizzazione del cruscotto, selezionare Impostazioni Cruscotto.
Cruscotto lineare
Quando si seleziona questa opzione, QlikView visualizzerà il valore dell'espressione in un cruscotto lineare orizzontale. Il grafico a cruscotto verrà inserito nella cella della tabella disponibile. Per modificare le impostazioni di visualizzazione del cruscotto, selezionare Impostazioni Cruscotto.
Cruscotto a semaforo
Quando si seleziona questa opzione, QlikView visualizzerà il valore dell'espressione in un cruscotto a forma di semaforo disposto in senso orizzontale. Il grafico a cruscotto verrà inserito nella cella della tabella disponibile. Per modificare le impostazioni di visualizzazione del cruscotto, selezionare Impostazioni Cruscotto.
Cruscotto a LED
Quando si seleziona questa opzione, QlikView visualizzerà il valore dell'espressione in un cruscotto a LED. Il grafico a cruscotto verrà inserito nella cella della tabella disponibile. Per modificare le impostazioni di visualizzazione del cruscotto, selezionare Impostazioni Cruscotto.
Mini grafico
Quando si seleziona questa opzione, QlikView visualizzerà il valore dell'espressione in un grafico in miniatura con l'espressione aggregata su una dimensione aggiuntiva. Il grafico verrà inserito nella cella della tabella disponibile. Per definire le dimensioni del mini grafico e le relative impostazioni di visualizzazione, selezionare il pulsante Impostazioni Mini Grafico (vedere di seguito).
Nota: Se si esportano i dati in Excel, il mini grafico non viene visualizzato.
Impostazioni cruscotto... Disponibile solo se è stata selezionata una delle opzioni relative al cruscotto. Apre una finestra di dialogo in cui è possibile impostare le proprietà del cruscotto. Questa finestra di dialogo è molto simile alla pagina Proprietà grafico: Presentazione associata ai grafici a cruscotto.
Impostazioni mini grafico È disponibile solo se per l'espressione nella tabella è stata selezionato Mini Grafico come opzione di visualizzazione. Consente di visualizzare una finestra di dialogo in cui è possibile impostare le proprietà del mini grafico.
Formattazione immagine Disponibile solo se sono state selezionate le opzioni relative all'immagine. Questa impostazione descrive come QlikView formatta le immagini per adattarle alla cella. Sono disponibili quattro alternative.
Nessun Stiramento
Se questa opzione è selezionata, l'immagine verrà mostrata "come è", senza alcuno stiramento. Questo può impedire la visualizzazione di una parte dell’immagine o la compilazione di una parte della cella.
Riempi
Se è selezionata questa opzione, all’immagine viene applicato lo stiramento per adattarla alla cella senza rispettare il relativo formato di visualizzazione originale.
Mantieni Aspetto
Se è selezionata questa opzione, all'immagine viene applicato lo stiramento massimo per estenderla su tutta la cella mantenendo il formato di visualizzazione originale. Questo determina, in genere, aree non riempite dall'immagine lateralmente o sui lati superiore e inferiore.
Riempi con l'Aspetto
Se l'opzione è selezionata, l'immagine verrà stirata per riempire la cella in entrambe le direzioni mantenendo le proporzioni. Questo determina, in genere, immagini tagliate in una direzione.
Nascondi il Testo quando l'Immagine è Mancante
Se questa opzione è selezionata, QlikView non visualizzerà il testo del valore di campo quando l'interpretazione del riferimento all'immagine non dovesse riuscire per qualche ragione. La cella rimarrà vuota.

Impostazioni mini grafico

Disponibile soltanto se l'opzione Mini grafici è stata selezionata nella pagina Espressioni della finestra di dialogo Proprietà di una tabella lineare. Consente di visualizzare una finestra di dialogo in cui è possibile impostare le proprietà del mini grafico.

Dimensione Scegliere la dimensione per la quale tracciare l'espressione.

Aspetto

Modalità Consente di impostare il mini grafico come sparkline, punto e linea, punti, barre o estremi.
Colore Consente di visualizzare la finestra di dialogo Area colore, in cui è possibile impostare il colore del mini grafico.
Evidenzia valore massimo con il colore Selezionare la casella di controllo e fare clic sul pulsante relativo ai colori per aprire la finestra di dialogo Area Colore in cui è possibile impostare il colore da assegnare al valore massimo.
Evidenzia il Valore Minimo con il Colore Selezionare la casella di controllo e fare clic sul pulsante relativo ai colori per aprire la finestra di dialogo Area Colore in cui è possibile impostare il colore da assegnare al valore minimo.
Evidenzia i Valori di Inizio con il Colore Selezionare la casella di controllo e fare clic sul pulsante relativo ai colori per aprire la finestra di dialogo Area Colore in cui è possibile impostare il colore da assegnare ai valori iniziali. Questa opzione non è disponibile per le Barre e gli Estremi.
Evidenzia i valori finali con il colore Selezionare la casella di controllo e fare clic sul pulsante relativo ai colori per aprire la finestra di dialogo Area Colore in cui è possibile impostare il colore da assegnare ai valori finali. Questa opzione non è disponibile per le Barre e gli Estremi.
Imposta colori predefiniti Imposta i colori di evidenziazione sui valori predefiniti di QlikView.
Forza Scala a 0 Consente di fissare il livello più basso del grafico a zero sull’asse. Questa opzione non è disponibile per gli Estremi.
Forza scala condivisa per asse-Y Applica la stessa scala dell'asse Y a tutte le celle della colonna.

Ordina

La scheda Ordina viene visualizzata facendo clic con il pulsante destro del mouse su un oggetto di lavoro (oggetto Casella di elenco, Casella multipla, Tabella, Grafico o Slider/Calendario) e scegliendo Proprietà dal menu mobile (oppure Oggetto, Proprietà nel menu principale). Qui è possibile impostare l'ordinamento dei valori nell'oggetto di lavoro. È possibile che alcune opzioni di ordinamento non siano disponibili per alcuni oggetti di lavoro.

Ordina per:

Stato

Consente di ordinare i valori di campo in base al loro stato logico (selezionato, opzionale o escluso).
L'impostazione Auto ascendente consente di ordinare la casella di elenco (o, in una casella multipla, l'elenco a discesa contenente i valori di campo) in base allo Stato, solo se nella casella di elenco è presente una barra di scorrimento verticale. Tuttavia, se si espande la casella di elenco per visualizzare tutti i valori, la modalità di ordinamento in base allo Stato viene disattivata.

Nota: Non utilizzare l'ordine Auto ascendente in una casella di elenco all'interno di un oggetto Raccoglitore.
Espressione Ordina i valori dei campi in base all’espressione immessa nella casella di modifica del testo sotto l'opzione di ordinamento. Se si utilizza l'ordinamento in base all'espressione, una serie alternativa di record deve essere definita da un'espressione di gruppo, dato che l'espressione viene calcolata in base ai valori selezionati/possibili nell'elenco e l'ordinamento verrà applicato solo ai valori selezionati/possibili nell'elenco.
Nota: L'ordinamento in base all'espressione funziona solo con i campi numerici e non con i campi di testo.

Vedere: Set Analysis ed espressioni set

Frequenza Ordina i valori dei campi per frequenza (numero di occorrenze nella tabella).
Valore Numerico Ordina i valori dei campi in base al valore numerico.
Testo Ordina i valori dei campi in ordine alfabetico.
Ordine di caricamento Ordina i valori dei campi in base al loro ordine di caricamento iniziale.

Il pulsante Predefinito utilizza l'ordinamento predefinito.

L'ordine di priorità è Stato, Espressione, Frequenza, Valore Numerico, Testo, Ordine di caricamento. Ognuno di questi criteri di ordinamento può essere impostato in ordine crescente o decrescente.

Grafico

La scheda Proprietà Casella di Elenco: Grafico viene visualizzata facendo clic con il pulsante destro del mouse su una casella di elenco e scegliendo il comando Proprietà dal menu mobile. In questa scheda è possibile modificare la presentazione delle celle della casella di elenco.

Nel gruppo Opzioni Immagine, è possibile inserire un valore di campo che comprende un riferimento a un'immagine in memoria o su disco da interpretare come l'immagine stessa:

In Rappresentazione è possibile selezionare tra Testo (predefinito), Immagine e Info come Immagine.

Quando si seleziona Immagine, QlikView tenta di interpretare ciascun valore di campo come un riferimento ad un'immagine. Tale riferimento può essere un percorso di un file immagine su disco (C:\Mypic.jpg) o un percorso di un documento interno qvw ( qmem://<Name>/<Peter>). Se QlikView non riesce a interpretare un valore di campo come riferimento valido dell'immagine, viene visualizzato il valore stesso, a meno che la casella Nascondi Testo se Manca Immagine non sia selezionata.

Se è selezionata l'opzione Info come Immagine, vengono visualizzate le informazioni sull'immagine collegate al valore di campo tramite l'istruzione info load/info select nello script. Se non sono disponibili informazioni sull'immagine per un valore di campo, viene visualizzato il valore del campo stesso, a meno che la casella Nascondi Testo se Manca Immagine non sia selezionata.

A patto che una delle opzioni immagine sia selezionata, è possibile utilizzare le impostazioni in Formattazione Immagine per inserire l'immagine all'interno della cella.

Nessuno stiramento L'immagine non subisce modifiche e può causare problemi di mascheramento.
Riempi L'immagine viene distesa fino a riempire la cella, ignorando le proporzioni dell'immagine.
Mantieni Aspetto L' immagine viene estesa sull'area del foglio, mantenendo le proporzioni originali.
Riempi con l'Aspetto L' immagine viene estesa sull'area del foglio, mantenendo le proporzioni originali. Le aree restanti vengono coperte con dei ritagli dell'immagine.

Quando si seleziona la visualizzazione di immagini al posto di testo, può essere necessario, per una corretta visibilità logica dei valori di campo, cambiare lo stile di selezione predefinito del documento. Usare l'elenco a discesa sotto Sovrascrivi Stile Selezione per scegliere uno stile di selezione appropriato, ad esempio Etichetta all'Angolo.

Colonna singola Se è selezionata questa opzione, i valori dei campi della casella di elenco vengono presentati sempre in un'unica colonna.
Sopprimi la barra di scorrimento orizzontale Questa opzione consente di rimuovere la barra di scorrimento orizzontale, in genere visualizzata se i valori del campo si estendono oltre il limite di larghezza assegnato alla casella di riepilogo. La visualizzazione dei valori dei campi viene troncata in base alle esigenze.
Numero fisso di Colonne Questa opzione permette di impostare un numero fisso di colonne per la casella di riepilogo. Questa opzione non è disponibile quando è selezionata l'opzione Colonna Singola.
Ordina per Colonne Nelle caselle di riepilogo con più colonne, i valori nelle righe vengono visualizzati secondo l'ordine selezionato. Ordina per colonne consente di ordinare e visualizzare i valori per colonna.
Bordi celle I valori dei campi vengono separati da linee orizzontali, in modo simile alle righe di una tabella. Bordi Celle viene automaticamente attivato quando viene selezionata l'opzione Porta su più righe il testo della Cella, anche se questa opzione può essere disattivata successivamente.
Evidenzia sottostringa di
ricerca
Nelle corrispondenze viene evidenziata la stringa di ricerca immessa.
Sfondo... Apre la finestra di dialogo Impostazioni Sfondo.
Allineamento Qui si imposta l'allineamento dei valori dei campi nella casella di riepilogo. L'allineamento di Testo e Numeri viene impostato separatamente.
Impostazioni multilinea In questo gruppo, è possibile impostare la visualizzazione dei valori su più righe, un'opzione utile nel caso di stringhe di testo estese.
Porta su più righe il testo della Cella
Se questa opzione è selezionata, i contenuti della cella vengono visualizzati su più righe.
Altezza n Linee
Qui è possibile specificare i limiti desiderati per il numero di righe in una cella.

Impostazioni Sfondo

Colore Se questa opzione è attivata, allo sfondo dell'oggetto verrà assegnato un colore. Per scegliere il colore da utilizzare, fare clic su Colore.
Colore Trasparenza Disponibile solo se è stata abilitata l'opzione relativa al colore. Consente di impostare il livello di trasparenza del colore di sfondo.
Immagine Se questa opzione è attivata, allo sfondo dell'oggetto verrà assegnata un'immagine. Per scegliere l'immagine da utilizzare, fare clic su Sfoglia. Per rimuovere la selezione dallo sfondo, fare clic su Rimuovi.
Stira Immagine Disponibile solo se è stata abilitata l'opzione relativa all'immagine. Questa impostazione consente di definire le modalità di formattazione dell'immagine in QlikView per adattarle al relativo contenitore.
Nessuno stiramento
L'immagine verrà visualizzata nelle dimensioni e proporzioni effettive senza applicare nessuno stiramento. È possibile che alcune parti dell'immagine non risultino visibili o che l'immagine non si estenda completamente sullo sfondo.
Riempi
L'immagine verrà ingrandita per adattarla allo sfondo, senza conservare le relative proporzioni originali.
Mantieni Aspetto
L'immagine verrà ingrandita fino ad occupare l'intero sfondo conservando tuttavia le proporzioni originali.
Riempi con l'Aspetto
Selezionando questa opzione, l'immagine verrà ingrandita fino ad occupare lo sfondo in tutte le direzioni conservando le proporzioni originali. Questo determina, in genere, immagini tagliate in una direzione.
Allineamento orizzontale Disponibile solo se è stata abilitata l'opzione relativa all'immagine. Consente di allineare l'immagine a Sinistra, al Centro e a Destra.
Allineamento Verticale Disponibile solo se è stata abilitata l'opzione relativa all'immagine. Consente di allineare l'immagine in Alto, al Centro e in Basso.
Trasparenza Immagine Disponibile solo se è stata abilitata l'opzione relativa all'immagine. Consente di impostare il livello di trasparenza dell'immagine di sfondo.

Numero

La pagina Proprietà: Numero viene aperta facendo clic con il pulsante destro del mouse su un oggetto di lavoro e scegliendo il comando Proprietà dal menu mobile.

Ogni campo presenta un formato numerico predefinito che può essere impostato nella pagina Proprietà documento: Numero. Tuttavia è possibile utilizzare un formato numerico diverso per un particolare oggetto di lavoro. Per eseguire questa operazione, selezionare l'opzione Sovrascrivi le Impostazioni del Documento e specificare un formato numerico nel controllo del gruppo seguente. Questa pagina delle proprietà riguarda l'oggetto attivo e contiene i seguenti controlli per formattare i valori:

Misto Vengono visualizzati sia numeri che testo. I numeri vengono visualizzati nel formato originale.
Numero Vengono visualizzati i valori numerici con un numero di cifre pari all'impostazione della casella Precisione.
Numero Intero Vengono visualizzati i valori numerici come interi.
Fissato a Vengono visualizzati i valori numerici come decimali con il numero di cifre decimali impostate nella casella Decimali.
Valuta Vengono visualizzati i valori nel formato specificato nella casella di modifica Modello di formattazione. Un esempio del formato viene visualizzato nella casella di testo Anteprima. Il valore predefinito per questo formato è quello di Windows per la valuta.
Data Vengono visualizzati i valori che possono essere interpretati come date nel formato impostato nella casella di modifica Modello di formattazione. Un esempio del formato viene visualizzato nella casella di testo Anteprima.
Ora Vengono visualizzati i valori che possono essere interpretati come ora nel formato impostato nella casella di modifica Modello di formattazione. Un esempio del formato viene visualizzato nella casella di testo Anteprima.
Indicazione di data e ora Visualizza i valori che possono essere interpretati come data e ora nel formato impostato nella casella di modifica Modello di formattazione. Un esempio del formato viene visualizzato nella casella di testo Anteprima.
Intervallo Vengono visualizzate le ore in incrementi di tempo sequenziali (ad esempio, il formato = mm mostra il valore come numero di minuti trascorsi dall'inizio del calendario (1899:12:30:24:00).
Mostra in percentuale (%) Questa casella di controllo interessa i formati seguenti: Numeri, Numero Intero e Fisso.

I separatori Decimale e Migliaia possono essere impostati nelle caselle di modifica del gruppo Separatori.

Il pulsante ISO utilizza lo standard ISO per la formattazione di data, ora e l'indicazione data e ora.

Il pulsante Sistema consente di applicare le impostazioni del sistema alla formattazione.

Il pulsante Modifica formato documento consente di visualizzare la pagina Proprietà documento: Numero, in cui è possibile modificare il formato numerico predefinito di qualsiasi campo.

Formato carattere

In questa finestra è possibile impostare il Formato carattere, lo Stile formato carattere e la Dimensione dei caratteri da utilizzare.

È possibile impostare il formato carattere per ogni singolo oggetto (Proprietà oggetto: Formato carattere) o per gli oggetti in un documento (Applica agli oggetti su Proprietà documento: Formato carattere).

Inoltre, i formati carattere predefiniti del documento per i nuovi oggetti possono essere impostati in Proprietà documento: Formato carattere. Esistono due tipi di formato predefiniti:

  1. Il primo formato carattere predefinito (caselle di elenco, grafici e così via) è utilizzato per quasi tutti gli oggetti, inclusi grafici e caselle di elenco.
  2. In genere, il secondo (Oggetto Testo e Pulsanti) viene assegnato a pulsanti e caselle di testo, oggetti che richiedono spesso un formato di carattere di dimensioni maggiori.

Infine, i formati caratteri predefiniti per i nuovi documenti possono essere impostati in Preferenze dell'utente: Formato carattere.

Per i grafici, i pulsanti e gli oggetti di testo (ad eccezione degli oggetti di ricerca), è inoltre possibile specificare un formato carattere Colore. Il colore potrà essere fisso o calcolato dinamicamente da un'espressione. L'espressione deve essere una rappresentazione cromatica valida, in genere ottenuta utilizzando le funzioni colore. Se il risultato dell'espressione non è una rappresentazione di colore valida, verrà utilizzato il nero come colore predefinito.

Vedere: Funzioni colore

Le impostazioni supplementari sono:

Ombreggiato Se questa opzione è selezionata, aggiunge l'ombreggiatura al testo.
Sottolineato Se questa opzione è selezionata, il testo viene sottolineato.

Un esempio del carattere selezionato viene mostrato nel riquadro di anteprima.

Presentazione

Se viene eseguita dalla pagina Proprietà oggetto l'impostazione della presentazione viene applicata solamente all'oggetto corrente.
Se viene invece eseguita dalla pagina Proprietà Documento, viene applicata a tutti gli oggetti del tipo specificato nel documento.

Usa bordi

Selezionare questa impostazione per applicare un bordo attorno all'oggetto di lavoro. È possibile specificare il tipo di bordo selezionandolo dal menu a discesa.

Intensità dell'ombra Il menu a discesa Intensità dell'ombra consente di impostare l'intensità dell'ombra che circonda gli oggetti di lavoro. È inoltre possibile impostare Niente Ombreggiatura.
Stile Bordo Sono disponibili i tipi di bordo predefiniti seguenti:
Continua
Un bordo continuo di un solo colore.
Incassato
Bordo che dà l'impressione che l'oggetto di lavoro sia incassato rispetto allo sfondo.
Sollevato
Bordo che dà l'impressione che l'oggetto di lavoro sia in rilievo rispetto allo sfondo.
Cintato
Bordo che dà l'impressione che l'oggetto di lavoro sia circondato da un muro.
Spessore bordo Questa opzione è disponibile per tutti i tipi di bordo. La larghezza può essere specificata in mm, cm, pollici (", inch), pixel (px, pxl, pixel), punti (pt, pts, point) o docunit (du, docunit).
Colore Fare clic su questo pulsante per visualizzare una finestra di dialogo in cui è possibile selezionare, dall'apposita tavolozza, il colore di base appropriato da assegnare a tutti i tipi di bordo.
Arcobaleno Consente di creare un bordo di colore arcobaleno per tutti i tipi di bordo. L'arcobaleno inizierà con il colore di base selezionato nella parte superiore dell'oggetto di lavoro.

Quando si sceglie Semplificato come Modalità stile in Proprietà documento: Generale, non è possibile scegliere il tipo di bordo, ma saranno disponibili solo il menu a discesa Intensità ombreggiatura e l'impostazione Spessore bordo.

Angoli arrotondati

Nel gruppo Angoli Arrotondati è possibile definire la forma generale dell'oggetto di lavoro. Queste impostazioni consentono di disegnare oggetti di lavoro che vanno da perfettamente circolari/ellittici a super ellittici a rettangolari. L'opzione Angoli arrotondati è disponibile solo se è stata selezionata la Modalità di stile avanzata in Proprietà documento: Generale.

Angoli arrotondati Selezionare questa opzione per attivare le alternative relative alle forme con angoli arrotondati.
Angoli Gli angoli la cui casella di controllo è deselezionata vengono tracciati come angoli retti.
Angoli Un numero variabile compreso tra 2 e 100 dove 100 definisce un rettangolo con angoli perfettamente retti e 2 un ellisse perfetto (un cerchio per le proporzioni 1:1). In genere, un valore angolare compreso tra 2 e 5 è ottimale per ottenere angoli arrotondati.
Raggio dell'angolo Queste impostazioni determinano il raggio degli angoli in misura fissa (Fisso) o in percentuale del quadrante totale (Relativo (%)). Queste impostazioni consentono il controllo dei limiti entro i quali gli angoli vengono influenzati dalla forma generale sottostante impostata in Angoli. La distanza può essere specificata in mm, cm, pollici (", pollice), pixel (px, pxl, pixel), punti (pt, pts, point) o docunits (du, docunit).

Posizionamento

Nel gruppo Posizionamento è possibile definire un oggetto come residente in uno dei tre livelli:

In basso Un oggetto di lavoro con proprietà di posizionamento In basso non potrà mai oscurare gli oggetti di lavoro in posizione Normale e In alto. Può essere disposto sopra altri oggetti di lavoro nel livello In basso.
Normale Quando vengono creati, gli oggetti di lavoro vengono posizionati sul livello Normale (medio). Un oggetto di lavoro sul livello Normale non può essere mai oscurato da oggetti di lavoro posti sul livello In Basso e non può mai oscurare oggetti di lavoro posti sul livello Alto.
In alto Un oggetto di lavoro posto sul livello In alto non può essere oscurato da oggetti di lavoro posti sui livelli Normale e In basso. Solo altri oggetti di lavoro posti sul livello In alto possono sovrapporsi.
Personalizza I livelli In Alto, Normale e In Basso corrispondono ai livelli interni numerati 1, 0 e -1 rispettivamente. È consentito qualsiasi valore nell'intervallo incluso tra -128 e 127. Selezionare questa opzione per immettere il valore desiderato.

Creazione tema...

Consente di visualizzare il Wizard creazione tema in cui è possibile creare un nuovo tema di presentazione.

Applica tema..

È possibile applicare un tema di presentazione a un oggetto, a un foglio o a un documento.

Vedere: Temi di presentazione

Mostra

Nel gruppo Mostra è possibile specificare una condizione di visualizzazione dell'oggetto di lavoro:

Sempre L'oggetto di lavoro è sempre visibile.
Condizionale

L'oggetto di lavoro sarà visualizzato oppure nascosto, a seconda dei risultati restituiti da una funzione condizionale valutata continuamente in base alle selezioni o ad altre condizioni. L'oggetto di lavoro sarà visibile solo se la condizione restituirà TRUE.

Vedere: Funzioni condizionali

Nota:

Gli utenti con privilegi di amministratore per il documento possono ignorare tutte le condizioni di visualizzazione selezionando l'opzione Mostra tutti i fogli e gli oggetti in Proprietà documento: Sicurezza. È inoltre possibile attivare/disattivare questa funzionalità utilizzando la combinazione di tasti CTRL+MAIUSC+S.

Vedere: Proprietà documento: Sicurezza

Opzioni

Nel gruppo Opzioni è possibile impedire lo spostamento e il ridimensionamento dell'oggetto di lavoro. Le impostazioni in questo gruppo sono rilevanti solo se sono state abilitate le relative caselle di controllo in Proprietà documento: Presentazione e Proprietà foglio: Sicurezza.

Consenti Muovi/Ridimensiona Se questa opzione è stata deselezionata, sarà impossibile spostare o ridimensionare l'oggetto di lavoro.
Consenti Copia/Clona Se questa opzione è stata deselezionata, non è possibile creare una copia dell'oggetto di lavoro.
Consenti Info

Quando la funzione info è in uso, viene visualizzata un'icona di informazioni nell'intestazione della finestra ogni volta che a un valore di campo sono associate informazioni. Se non si desidera che l'icona di informazioni venga visualizzata nell'intestazione, deselezionare questa opzione.

Vedere: Info

Ridimensiona ai dati In genere, i bordi attorno a tutti gli oggetti di lavoro della tabella in QlikView vengono ridotti quando le selezioni causano una diminuzione delle dimensioni della tabella rispetto a quelle assegnate per l'oggetto di lavoro. Se si deseleziona questa casella di controllo, questa regolazione automatica della grandezza viene disattivata e lo spazio inutilizzato viene lasciato vuoto.

Barre di scorrimento

Ulteriori controlli per la modifica della presentazione delle barre di scorrimento sono posizionati nel gruppo Barre di Scorrimento:

Ricorda le posizioni di scorrimento

Se è abilitata questa impostazione, QlikView tenta di mantenere la posizione di scorrimento di tabelle e grafici visualizzando una barra di scorrimento quando si effettua una selezione in un altro oggetto. L'impostazione deve essere abilitata anche in Preferenze dell'utente: Oggetti.

La posizione di scorrimento non viene conservata quando si chiude il documento.

Pulsanti di scorrimento Consente di impostare il colore del pulsante di scorrimento. Selezionare un colore facendo clic sul pulsante. Tenere presente che i toni grigi medi spesso rappresentano il miglior colore per le barre di scorrimento. Il colore può essere definito sia come colore pieno oppure come gradiente utilizzando la finestra di dialogo Area colore che viene visualizzata facendo clic sul pulsante corrispondente.
Sfondo barra di scorrimento

Imposta il colore di sfondo della barra di scorrimento. Selezionare un colore facendo clic sul pulsante.

Altezza barra di scorrimento Questo controllo ha effetto sia sulla larghezza che sulle dimensioni relative dei simboli delle barre di scorrimento.
Stile scorrimento

Consente di impostare lo stile della barra di scorrimento. Selezionare uno stile nel menu a discesa. Lo stile di scorrimento Classico corrisponde alle barre di scorrimento 4/5 di QlikView. Lo stile Standard della barra degli strumenti conferisce un aspetto più moderno. Il terzo stile è Leggero che visualizza una barra più sottile e leggera.

Per rendere visibile lo stile della barra di scorrimento, impostare Modalità di stile su Avanzata. Questa impostazione si trova nella scheda Generale, aprendo il menu a discesa Impostazioni e selezionando Proprietà documento.

Applica a... Consente di visualizzare la finestra di dialogo Impostazioni di Intestazione e Bordi, in cui è possibile definire le modalità di applicazione delle proprietà impostate nella pagina Presentazione.

Intestazione

Se viene definita dalla pagina Proprietà oggetto, l'impostazione dell'intestazione verrà applicata solo all'oggetto corrente.
Se viene definita dalla pagina Proprietà Documento, l'impostazione dell'intestazione verrà applicata a tutti gli oggetti del tipo specificato nel documento.

Nella pagina Intestazione è possibile specificare opzioni di presentazione completamente differenti dalla presentazione generale dell'oggetto.

Mostra Intestazione Se questa opzione è selezionata, verrà visualizzata un'intestazione nella parte superiore dell'oggetto di lavoro. Per impostazione predefinita, questa opzione è selezionata per le caselle di riepilogo e gli altri oggetti casella; è deselezionata per i pulsanti, gli oggetti di testo e gli oggetti linea/freccia.
Testo Titolo In questa casella di testo è possibile immettere un titolo da mostrare nell'intestazione dell'oggetto di lavoro. Utilizzare il pulsante Formato carattere... per modificare il formato del carattere dell'intestazione.

Impostare i colori dell'intestazione per visualizzarne i diversi stati. Le impostazioni per Colori Attivo e Colori Inattivo possono essere effettuate in maniera reciprocamente indipendente.

Fare clic sul pulsante Colore sfondo o Colore testo per visualizzare la finestra di dialogo Area colore. Nella finestra di dialogo Area colore è possibile definire un colore di sfondo a tinta unita oppure sfumato (a gradienti). Il colore del testo può essere definito come Fisso o Calcolato mediante le funzioni relative al colore.

Vedere: Funzioni colore

Testo su più righe Se questa opzione è selezionata, il testo verrà visualizzato su due o più righe.
Altezza Intestazione (Linee) In questa casella di modifica è possibile impostare un numero di linee di intestazione.

Le dimensioni e la posizione precise dell'oggetto QlikView possono essere stabilite e regolate con specifiche impostazioni di ridimensionamento e posizionamento per l'oggetto di lavoro QlikView Normale o Minimizzato. Le misure di queste impostazioni sono espresse in pixel:

X-pos Consente di impostare la posizione orizzontale del lato sinistro dell'oggetto di lavoro in relazione al bordo sinistro del foglio.
Y-pos Consente di impostare la posizione verticale del lato superiore dell'oggetto di lavoro in relazione al bordo superiore del foglio.
Larghezza Consente di impostare la larghezza dell'oggetto di lavoro QlikView.
Altezza Consente di impostare l'altezza dell'oggetto di lavoro QlikView.

L'orientamento dell'etichetta di intestazione può essere modificato utilizzando le opzioni di Allineamento Intestazione:

Orizzontale L'etichetta può essere allineata orizzontalmente: Sinistra, Centra o Destra all'interno dell'area di intestazione.
Verticale L'etichetta può essere allineata verticalmente: Alto, Centra o In Basso all'interno dell'area di intestazione.

Icone speciali
Molti dei comandi di menu degli oggetti di lavoro possono essere configurati come icone di intestazione. È possibile scegliere i comandi da visualizzare come icone di intestazione selezionando la casella di controllo a sinistra di ciascun comando nell'elenco.

Nota: Utilizzare con attenzione le icone speciali di intestazione. Troppe icone potranno solo confondere l'utente.
Consenti la minimizzazione Quando questa opzione è selezionata, nell'intestazione della finestra dell'oggetto di lavoro compare l'icona della minimizzazione, purché sia consentito ridurre a icona l'oggetto. Ciò consente inoltre di ridurre a icona l'oggetto facendo doppio clic sull'intestazione.
Riduzione automatica a icona Questa opzione diventa disponibile quando è selezionata l'opzione Consenti la minimizzazione. Quando la casella Riduzione automatica a icona è selezionata per molti oggetti di lavoro sullo stesso foglio, tutti gli oggetti tranne uno vengono automaticamente ridotti a icona in qualsiasi momento. Ciò è utile ad esempio per visualizzare molti grafici nella stessa area del foglio.
Consenti la massimizzazione Quando questa opzione è selezionata, nell'intestazione della finestra dell'oggetto di lavoro compare l'icona della massimizzazione, purché sia consentito massimizzare l'oggetto. Ciò consente inoltre di massimizzare l'oggetto facendo doppio clic sull'intestazione. Se sono selezionate le opzioni Consenti la minimizzazione e Consenti la massimizzazione, facendo clic due volte l'oggetto verrà minimizzato.
Testo Guida

È possibile immettere un testo guida da visualizzare in una finestra pop-up. Il testo della Guida può essere definito come formula calcolata. Questa opzione non è disponibile a livello di documento. Fare clic sul pulsante ... per visualizzare la finestra di dialogo Modifica espressione in cui è possibile modificare più facilmente le formule lunghe.

Vedere: Sintassi di espressione per le formule calcolate

Immettere una descrizione dell'oggetto di lavoro. All'intestazione della finestra dell'oggetto viene aggiunta un'icona di aiuto. Quando il puntatore del mouse è posizionato sopra l'icona, il testo viene visualizzato in una finestra pop-up.

Impostazioni di intestazione e bordi

Nella finestra di dialogo Impostazioni di intestazione e bordi è possibile definire gli oggetti del documento a cui applicare le proprietà relative a intestazioni e bordi.

Applica le proprietà a... Selezionare questa casella di controllo per applicare le impostazioni a oggetti diversi da quello corrente.
1. Scegliere una delle opzioni:
Oggetti in questo Foglio
Le impostazioni verranno applicate esclusivamente a oggetti presenti nel foglio corrente. Disponibile solo quando questa finestra di dialogo viene aperta dalla pagina Presentazione di un oggetto di lavoro.
Oggetti nel Documento
Le impostazioni verranno applicate agli oggetti dell'intero documento.
2. Scegliere una delle opzioni:
Solo questo tipo di Oggetto
Le impostazioni verranno applicate a tutti gli oggetti del tipo in questione. Disponibile solo quando questa finestra di dialogo viene aperta dalla pagina Presentazione di un oggetto di lavoro.
Tutte le tipologie di Oggetti
Le impostazioni verranno applicate a tutti gli oggetti.
Imposta come default per i nuovi oggetti in questo documento Selezionare questa casella di controllo per utilizzare in maniera predefinita le impostazioni per tutti i nuovi oggetti del documento corrente. Disponibile solo quando questa finestra di dialogo viene aperta dalla pagina Presentazione di un oggetto di lavoro.

Visualizzazione struttura della casella di elenco

Se in un campo sono presenti percorsi di nodi all'interno di una gerarchia, ad esempio World/North America/USA/California/NapaValley, è possibile visualizzare la casella di elenco come struttura. Nella visualizzazione struttura i nodi presentano un rientro per agevolare l'esplorazione e consentire di comprimere la rappresentazione per visualizzare una riga della casella di elenco come un ramo all'interno della struttura gerarchica, anziché un singolo nodo.

È possibile effettuare le selezioni desiderate seguendo la procedura standard; inoltre, sono supportate le selezioni multiple in livelli differenti della gerarchia.

Per la rappresentazioni di nodi e foglie (nodi inferiori), vengono utilizzate le combinazioni di colori predefinite standard di QlikView. Tuttavia, è possibile che i nodi compressi presentino combinazioni di stati differenti. In tal caso, il nodo è visualizzato in verde solo se sono stati selezionati tutti i valori, in grigio se sono stati esclusi tutti i valori, in bianco negli altri casi. Inoltre, è disponibile un piccolo indicatore dello stato dei nodi nascosti.

Creazione di caselle di elenco e tabelle con Direct Discovery

Caselle di elenco

È possibile creare caselle di elenco con i campi DIMENSION e i campi MEASURE. Quando si utilizza un campo MEASURE in un'espressione relativa alla casella di elenco, occorre utilizzare la funzione aggr() per visualizzare il valore aggregato del campo MEASURE con un campo DIMENSION. Le selezioni eseguite con i campi DIMENSION in una casella di elenco generano query SQL sulla sorgente dati in modo da creare la tabella associativa in memoria.

I campi DETAIL non sono disponibili nelle caselle di elenco.

Nota:

Dato che le caselle di elenco visualizzano solo i valori univoci di un campo DIMENSION, la query generata da QlikView per visualizzare i dati della casella di elenco utilizza la parola chiave DISTINCT per recuperare i dati dal database. Tuttavia, alcuni database richiedono che la query contenga la clausola GROUP BY invece della parola chiave DISTINCT. Se la tabella Direct Discovery proviene da un database che richiede GROUP BY, è possibile utilizzare la variabile DirectDistinctSupport per modificare il comportamento predefinito delle query DIMENSION.

Vedere: DirectDistinctSupport

Tabelle

Le tabelle sono in grado di visualizzare tutti i tipi di campi Direct Discovery e forniscono un metodo per Consente di eseguire il drill-down dei record che contengono i campi Direct Discovery. Le tabelle sono gli unici oggetti QlikView in cui è possibile utilizzare i campi indicati DETAIL nell'istruzione di caricamento Direct Query.

Quando si utilizzano i campi Direct Discovery in una tabella, viene impostata una soglia che limita il numero di righe visualizzate. La soglia predefinita è 1.000 record. È possibile modificare l'impostazione della soglia predefinita utilizzando la variabile DirectTableBoxListThreshold nello script di caricamento. Ad esempio:

SET DirectTableBoxListThreshold=5000

L'impostazione della soglia viene applicata esclusivamente alle tabelle che contengono i campi Direct Discovery. Le tabelle che contengono solo i campi in memoria non vengono limitati dall'impostazione DirectTableBoxListThreshold.

Nella tabella non verrà visualizzato alcun campo finché la selezione non presenterà un numero inferiore di record rispetto al limite di soglia.

In una tabella, è possibile combinare i campi Direct Discovery con i campi integrati nella memoria. Le tabelle che contengono solo i campi Direct Discovery devono includere un campo DIMENSION.

Le tabelle con i dati Direct Discovery mostrano tutte le righe selezionate anche se contengono dati identici. Le tabelle con i dati integrati nella memoria invece mostrano solo una delle righe selezionate se contengono dati identici.