Direct Discovery

La funzione Direct Discovery di QlikView consente di espandere i potenziali casi di utilizzo di Business Discovery, permettendo agli utenti aziendali di eseguire analisi associative in sorgenti dati di più grandi dimensioni. Essa fornisce un'esperienza associativa di QlikView completa utilizzando i dati provenienti direttamente da sorgenti dati esterne di più grandi dimensioni, consentendo all'utente di combinare tali Big Data con i dati contenuti in memoria. Con Direct Discovery è possibile utilizzare qualsiasi tipo di dati per condurre analisi senza limiti in termini di scalabilità.

La funzionalità Direct Discovery combina le caratteristiche associative della serie di dati in memoria di QlikView con un modello di query in cui non tutte le sorgenti dati vengono caricate direttamente nel modello dati di QlikView. Il risultato aggregato della query viene passato nuovamente all'interfaccia utente affinché la serie di dati di Direct Discovery sia parte dell'esperienza associativa. È possibile navigare sia nei dati in memoria che nei dati di Direct Discovery come serie unificata.

È possibile creare grafici per analizzare i dati da serie di dati combinate, effettuare selezioni nei dati in memoria o nei dati di Direct Discovery e vedere le associazioni esistenti tra loro con gli stessi caratteristici colori di QlikView: verde, bianco e grigio.

Per poter utilizzare Direct Discovery in QlikView, è necessario utilizzare funzioni speciali nello script di caricamento. Il modo utilizzato per creare i grafici dai campi di Direct Discovery è differente da quello utilizzato con altre sorgenti dati e, poiché non tutti i dati vengono mantenuti in memoria, potrebbero verificarsi problemi di prestazioni durante il recupero di quantità elevate di dati.