Crea istruzione SELECT

Per aprire la finestra di dialogo Crea istruzione SELECT, fare clic sul pulsante Seleziona nella pagina Campo del riquadro degli strumenti nella finestra di dialogo Modifica script. Consente di definire tabelle e campi da caricare da una sorgente dati precedentemente selezionata.

La finestra di dialogo si compone di tre gruppi. Il primo gruppo contiene informazioni riguardanti la sorgente dati.

Sorgente dati Nome della sorgente dati ODBC/OLE DB corrente.
Database È possibile scegliere uno dei database disponibili nell'elenco a discesa.
Proprietario Fornisce il nome del titolare del database. È possibile scegliere uno dei titolari disponibili nell'elenco a discesa.
Connetti Facendo clic su questo pulsante, viene visualizzata la finestra di dialogo Connetti a sorgente di dati.
Driver Fare clic su questo pulsante per aprire la finestra di dialogo Informazione Driver ODBC o la finestra Informazione Driver OLEDB, contenente informazioni sulle funzionalità supportate nel driver correntemente utilizzato.
Supporto Consente di visualizzare una finestra di dialogo con le informazioni di supporto sul database. Tali informazioni possono essere utili in caso di richiesta di assistenza al supporto QlikTech e di segnalazione di bug o problemi associati a documenti QlikView.

Il secondo gruppo è utilizzato per la selezione di tabelle e campi.

Tabelle Database Questo elenco mostra le tabelle database disponibili. Per selezionarne una, fare clic su un nome di tabella. I tipi di tabelle disponibili in elenco possono essere definiti mediante apposite caselle di controllo visualizzate a sinistra (vedere la relativa descrizione di seguito).
Campi L'elenco mostra tutti i campi disponibili nella tabella selezionata. Selezionare dall'elenco uno o più campi da includere nell'istruzione select. Per selezionare tutti i nomi dei campi contemporaneamente, utilizzare " * ". La selezione dei campi sarà riportata nella pagina Script del terzo gruppo (vedere la relativa descrizione di seguito). I campi possono essere ordinati in Ordine originale dal database oppure in Ordine alfabetico mediante selezione nel controllo a discesa.
Mostra icona per i campi chiave Se si seleziona questa alternativa, qualsiasi campo definito come campo chiave nel database sorgente verrà mostrato con un'icona a forma di chiave nell'elenco Campi.
Tabelle Selezionare questa casella di controllo se nell'elenco Tabelle Database dovranno apparire tabelle di database normali.
Viste Selezionare questa casella di controllo se nell'elenco Tabelle Database dovranno apparire viste di database.
Sinonimi Selezionare questa casella di controllo se nell'elenco Tabelle Database dovranno apparire sinonimi di tabelle di database.
Tabelle di sistema Selezionare questa casella di controllo se nell'elenco Tabelle Database dovranno apparire tabelle di sistema del database.
Alias Selezionare questa casella di controllo se nell'elenco Tabelle Database dovranno apparire alias di tabelle di database.

Il terzo gruppo mostra l'istruzione select generata e le informazioni sulla tabella e sui campi selezionati. Il gruppo contiene le pagine seguenti:

Script

Nella scheda Script viene visualizzato lo script relativo all'istruzione select in corso di generazione.

I tre pulsanti di opzione visualizzati sulla destra consentono di controllare la formattazione dell'istruzione select nello script.

Colonna Selezionare questa opzione per generare l'istruzione select con ciascun nome di campo visualizzato su una riga separata dello script.
Riga Selezionare questa opzione per generare l'intera istruzione select visualizzata su una singola riga nello script.
Strutturato Selezionare questa opzione per generare l'istruzione select su righe strutturate nello script.
Preceding Load Se si seleziona questa opzione, l'istruzione select generata sarà preceduta da un'istruzione load che utilizza l'istruzione select come input. Tutti i campi saranno elencati nell'istruzione load anche se si utilizza * nell'istruzione select.
Aggiungi Fare clic su questo pulsante per salvare l'istruzione select generata fino a quel momento. La creazione di una nuova istruzione select verrà avviata senza chiudere la finestra di dialogo. L'istruzione obsoleta sarà visibile nel riquadro di anteprima, al di sopra di un divisore trasparente. Questa procedura può essere ripetuta in base alle esigenze.

Tabella

La scheda Tabella mostra informazioni dettagliate sulla tabella database selezionata.

Organizza... consente di visualizzare una nuova finestra di dialogo ridimensionabile con una visualizzazione espansa delle pagine Tabella, Colonne e Anteprima.

Colonne

La scheda Colonne mostra informazioni dettagliate sulle colonne selezionate (campi) della tabella corrente.

Anteprima

La scheda Anteprima mostra un'anteprima delle righe iniziali che verranno generate dall'istruzione select corrente.

Blob

La scheda Blob consente di includere i cosiddetti BLOB (Binary Large Objects, oggetti binari di grandi dimensioni) in un documento QlikView. In genere, si tratta di immagini, file di testo o elementi simili, salvati come entità singole in un sistema di gestione di database. L'icona i indica che il campo contiene un blob. I blob presenti nel database sono elencati insieme alle dimensioni (in KB) e al tipo nel Visualizzatore Blob. Il blob, se identificabile come immagine, è visualizzato in anteprima accanto all'elenco. QlikView supporta blob di formato jpg, png, bmp, pdf e rtf.

Il pulsante Incluso... apre la finestra di dialogo Incluso.

Campo Chiave per i dati Blob Selezionare nell'elenco il blob da ridimensionare.
Stira Immagini Attiva l'opzione per ridimensionare il blob. Per ridimensionare l'immagine da adattare, utilizzare Larghezza Pixel e Altezza Pixel.

L'impostazione non gestisce le proporzioni.

Nota: È possibile includere esclusivamente blob mediante ODBC.

Una volta effettuate le selezioni di tabella e campi, è possibile fare clic su OK per inserire l'istruzione o le istruzioni select generate in corrispondenza della posizione del cursore all'interno dello script QlikView. Per ignorare le modificare, fare clic su Cancella.

In genere, il driver ODBC è in grado di interpretare istruzioni select molto più complesse di quelle che possono essere create in questa finestra di dialogo. Un metodo alternativo per generare istruzioni select più complesse consiste nell'utilizzare uno strumento di query, ad esempio Microsoft Query, e nel creare graficamente l'istruzione select in quell'ambiente. Al termine, è sufficiente copiare (CTRL+C) e incollare (CTRL+V) l'istruzione select nello script QlikView (in MS Query, fare clic sul pulsante SQL).