Variabili di script

Una variabile in QlikView può essere definita come un raccoglitore che memorizza un valore statico o un calcolo, ad esempio un valore numerico o alfanumerico. Quando si utilizza la variabile nel documento, qualsiasi modifica apportata alla variabile viene applicata ovunque venga utilizzata. Le variabili vengono definite nello script mediante l'editor di script, in cui la variabile acquisisce il proprio valore da un'istruzione Let, Set o da altre istruzioni di controllo nello script di caricamento.

Se il primo carattere del valore di una variabile è un segno di uguale ' = ', QlikView tenta di valutare il valore come se si trattasse di una formula (espressione di QlikView), quindi visualizza o restituisce il risultato anziché il testo effettivo della formula.

Quando vengono utilizzate, la variabile viene sostituita dal suo valore. Le variabili possono essere utilizzate nello script per l'espansione con simbolo del dollaro e in diverse istruzioni di controllo. Ciò si rivela molto utile se la stessa stringa viene ripetuta molte volte nello script, ad esempio un percorso.

Alcune variabili di sistema speciali vengono impostate da QlikView all'inizio dell'esecuzione dello script, indipendentemente dai loro valori precedenti.

Quando si definisce una variabile, si utilizza la sintassi:

set variablename = string

oppure

let variable = expression

. Il comando Set inserisce il testo a destra del segno dell'uguale rispetto alla variabile, mentre il comando Let valuta l'espressione.

Le variabili sono soggette alla distinzione tra maiuscole e minuscole.

Examples:  

set HidePrefix = $ ; // Alla variabile viene assegnato il carattere '$' come valore.

let vToday = Num(Today()); // restituisce il numero di serie della data di oggi.

Calcolo della variabile

Esistono diversi modi per utilizzare le variabili con i valori calcolati in QlikView e il risultato dipende dal metodo di definizione e dal metodo di richiamo in un'espressione.

In questo esempio, sono stati caricati dei dati in linea:

LOAD * INLINE [ Dim, Sales A, 150 A, 200 B, 240 B, 230 C, 410 C, 330 ];

Si definiscano due variabili:

Let vSales = 'Sum(Sales)' ;
Let vSales2 = '=Sum(Sales)' ;

Nella seconda variabile un segno di uguale verrà aggiunto prima dell'espressione. Ciò attiverà il calcolo della variabile prima che ne venga eseguita l'espansione e prima che l'espressione venga valutata.

Se si utilizza la variabile vSales senza modifiche, ad esempio in una misura, il risultato sarà la stringa Sum(Sales), vale a dire non verrà eseguito alcun calcolo.

Se si aggiunge un'espansione con simbolo del dollaro e si richiama $(vSales) nell'espressione, la variabile viene estesa e viene visualizzata la somma di Sales.

Infine, se si richiama $(vSales2), la variabile verrà calcolata prima di essere espansa. Ciò significa che il risultato visualizzato è la somma totale di Sales. In questo grafico, la differenza tra l'uso di =$(vSales) e =$(vSales2) come espressioni di misura restituisce i risultati:

Dim $(vSales) $(vSales2)
A 350 1560
B 470 1560
C 740 1560

Come si può vedere, $(vSales) risulta nella somma parziale di un valore di dimensione, mentre $(vSales2) risulta nella somma totale.