Sorgenti dati supportate in Direct Discovery

È possibile utilizzare QlikViewDirect Discovery con le sorgenti dati riportate di seguito, sia con connessioni a 32 che a 64 bit.

  • Sorgenti dati ODBC/OLEDB: sono supportate tutte le sorgenti ODBC/OLEDB comprese le sorgenti SQL Server, Teradata e Oracle.
  • Connettori personalizzati con supporto di SQL - SAP SQL Connector, nonché i connettori QVX personalizzati per sorgenti dati compatibili con SQL.

Sono supportate sia le connessioni a 32 bit che a 64 bit.

SAP

Per SAP, Direct Discovery può essere utilizzato solo con Qlik SAP SQL Connector e richiede i seguenti parametri nelle variabili SET:

SET DirectFieldColumnDelimiter=' ';
SET DirectIdentifierQuoteChar=' ';
 

SAP utilizza OpenSQL, il quale delimita le colonne con uno spazio anziché con una virgola, pertanto le istruzioni SET riportate sopra causano una sostituzione per l'adattamento alla differenza tra ANSI SQL e OpenSQL.

Google Big Query

Direct Discovery può essere utilizzato solo con Google Big Query e richiede i seguenti parametri nelle variabili SET:

SET DirectDistinctSupport=false;
SET DirectIdentifierQuoteChar='[]';
SET DirectIdentifierQuoteStyle='big query'
 

Google Big Query non supporta SELECT DISTINCT o nomi di colonna/tabella racchiusi tra virgolette e presenta una configurazione senza virgolette ANSI '[ ]'.

MySQL e Microsoft Access

Direct Discovery può essere utilizzato insieme a MySQL e a Microsoft Access, tuttavia potrebbe richiedere il seguente parametro nelle variabili SET a causa delle virgolette utilizzate in queste sorgenti:

SET DirectIdentifierQuoteChar='``';

DB2, Oracle e PostgreSQL

Direct Discovery può essere utilizzato insieme a DB2, Oracle e a PostgreSQL, tuttavia potrebbe richiedere il seguente parametro nelle variabili SET a causa delle virgolette utilizzate in queste sorgenti:

SET DirectIdentifierQuoteChar='""';

Sybase e MS SQL Server

Direct Discovery può essere utilizzato insieme a Sybase e a MS SQL Server, tuttavia potrebbe richiedere il seguente parametro nelle variabili SET a causa delle virgolette utilizzate in queste sorgenti:

SET DirectIdentifierQuoteChar='[]';