Stati alternati

Descrizione

È possibile utilizzare gli stati alternati per effettuare analisi comparative tra serie di dati multipli, ad esempio per le analisi del paniere. Uno stato contiene una serie di selezioni.

Gli sviluppatori di QlikView possono creare più stati in un documento QlikView e applicare tali stati a oggetti specifici all'interno del documento. L'utente finale può creare copie di questi oggetti (oggetti server) e quindi assegnare loro stati differenti.

La differenza più significativa tra Sconnetti logicamente e Stati alternati è che TUTTI gli oggetti in un determinato stato risponderanno alle selezioni degli utenti effettuate in tale stato. Gli oggetti in un determinato stato non sono interessati dalle selezioni effettuate dall'utente per quanto riguarda gli altri stati.

La funzionalità Stati alternati non è accessibile nello script di caricamento.

Nota: La funzionalità Stati alternati viene attivata da uno sviluppatore QlikView e deve essere utilizzata con cautela poiché potrebbe confondere notevolmente l'utente finale dato che non vi sono indicazioni su schermo automatiche che segnalano che oggetti o espressioni si trovano in o fanno riferimento a stati alternati. Spetta allo sviluppatore QlikView fornire queste informazioni all'utente finale utilizzando la funzione StateName().

Impostazione degli stati alternati

Per attivare e impostare gli stati alternati, procedere come segue:

  1. Fare clic su Stati alternati... nella scheda Proprietà documento: Generale.
    Viene visualizzata la finestra di dialogo Stati alternati.
  2. Fare clic su Aggiungi... per creare il numero di stati desiderato, quindi assegnare loro un nome. I nomi rappresentano gli identificatori di stato.
  3. Fare clic su Conferma per chiudere la finestra di dialogo.

A questo punto, lo sviluppatore QlikView potrà creare nuovi stati alternati all'interno degli oggetti della finestra.

Gli utenti finali che accedono ai documenti QlikView da un QlikView Server possono utilizzare gli stati alternati, ma non possono crearli.

Assegnazione degli stati agli oggetti

Per assegnare uno stato a un oggetto, procedere come segue:

  1. Visualizzare la finestra di dialogo Proprietà, quindi selezionare la scheda Generale.
  2. Impostare Stato Alternato sull'identificatore di stato da utilizzare per l'oggetto.

L'oggetto risulterà ora indipendente rispetto al resto del documento per quanto riguarda la selezione, a meno che non vi siano altri oggetti impostati sullo stesso stato.

Gli stati sempre disponibili sono due: lo stato predefinito e quello ereditato. Lo stato predefinito costituisce lo stato prevalentemente utilizzato in QlikView ed è rappresentato da $. Un documento QlikView è sempre in Stato Predefinito. Uno stato di un oggetto può essere ereditato da oggetti di livello superiore, come fogli e raccoglitori. In altre parole, gli stati vengono ereditati nel seguente modo: Documento - Foglio - Oggetti di lavoro. Lo stato di fogli e oggetti di lavoro è sempre ereditato finché non viene ignorato dallo sviluppatore QlikView.

Confronto degli stati alternati

È possibile confrontare due stati sullo stesso oggetto. Ad esempio, è possibile creare un grafico lineare per visualizzare entrambi gli stati dei dati con lo stesso asse assegnando uno stato nell'espressione mediante l'analisi di gruppo.

Esempio:  

Se sono stati definiti gli stati Gruppo1 e Gruppo2, è possibile confrontare la media del campo Adj.Close per i gruppi visualizzando queste due espressioni in un grafico lineare:

Avg({[Group1]} [Adj.Close])

Avg({[Group2]} [Adj.Close])

Effetti logici derivanti dall'utilizzo degli stati alternati

Il pulsante Cancella ha effetto su tutti gli stati.
Nel plug-in di Internet Explorer, è stata tuttavia aggiunta una voce al menu a discesa del pulsante Cancella che consente all'utente di annullare le selezioni di uno stato specifico. Questo menu non è disponibile nel client Ajax, tuttavia è possibile riprodurre la stessa funzione creando un pulsante azione collegato all'azione Cancella assegnandogli uno stato specifico.

I pulsanti Indietro e Avanti hanno effetto su tutti gli stati. Non esiste alcun meccanismo per spostarsi avanti o indietro in stati specifici.

I pulsanti Blocca e Sblocca hanno effetto su tutti gli stati. Non è possibile bloccare e sbloccare stati specifici con questi pulsanti. È possibile bloccare campi specifici per alcuni stati utilizzando il menu visualizzato facendo clic con il pulsante destro del mouse su caselle di elenco di uno specifico stato.

Le voci del menu Selezioni si applicano a tutti gli stati. Non esiste alcun meccanismo di questo menu che possa riguardare solo specifici stati.

Gli stati alternati possono essere utilizzati con oggetti collegati. Lo stato si applica a tutte le istanze di un oggetto. La variazione di stato di un oggetto collegato comporterà l'impostazione del medesimo stato anche per gli altri oggetti collegati.

Le variabili rientrano nello stato predefinito. La variazione in altri stati non riguarderà i valori delle variabili.

Nota: Gli eventi vengono attivati in tutti gli stati.

È possibile impostare l'esecuzione di azioni in stati specifici. Un'eccezione nota è l'azione Esegui Macro. Può essere impostata per l'esecuzione in uno stato specifico; le macro, tuttavia, vengono attivate in tutti gli stati.

Gli oggetti che fanno uso di uno stato mancante (ossia lo stato è stato rimosso da uno sviluppatore) riassumeranno lo stato predefinito e nel menu a discesa Stato alternato verrà visualizzata un'informazione simile alla seguente:
AlternateStateName <unavailable>.

Nota:

È possibile utilizzare le funzioni di campo con un argomento State insieme agli stati alternati.

Vedere: Funzioni di campo