Proprietà Keep Source Formats (Mantieni formati sorgente)

È possibile mantenere la stessa formattazione presente in QlikView o Qlik Sense nei propri report Qlik NPrinting. È inoltre possibile scegliere di applicare formati personalizzati.

Nel Qlik NPrinting Designer, la proprietà Keep Source Formats (Mantieni formati sorgente) è attiva per impostazione predefinita nel riquadro Proprietà. Se la casella di controllo rimane selezionata, i campi mantengono la formattazione applicata in QlikView o Qlik Sense. Non è possibile sovrascrivere Keep Source Formats (Mantieni formati sorgente) con la formattazione condizionale. È necessario deselezionare la casella di controllo per personalizzare i campi dei report.

Immagini

Per impostazione predefinita, le immagini esportate da QlikView o Qlik Sense sono presentate con la stessa formattazione del documento originale o dell'app. Quando si deseleziona Keep Source Formats (Mantieni formati sorgente), è possibile ridimensionare le immagini. Vedere: Grandezza delle immagini.

Tabelle

Tabelle o colonne di tabelle esportate da QlikView o Qlik Sense possono essere presentate con la stessa formattazione del documento originale o dell'app. Tuttavia, è anche possibile personalizzare queste informazioni.

Ad esempio, dopo aver deselezionato la casella di controllo Keep Source Formats (Mantieni formati sorgente), è possibile applicare la formattazione di Excel ad una tabella nel suo insieme oppure ad alcune colonne specifiche. I dati numerici e quelli relativi a data e ora sono entità numeriche. Quando Keep Source Formats (Mantieni formati sorgente) è disattivato per una colonna, viene visualizzata una riga che presenta un nuovo campo Formato. È possibile impostare una formattazione specifica per i dati della colonna inserendo un codice. Gli esempi sono #,##0.00, 0,00% e € #,##0.

L'elenco che segue è il risultato delle varie combinazioni di scelte per diversi modelli.

Disattivare Keep Source Formats (Mantieni formati sorgente)

Senza impostare un codice di formato nel campo del formato

  • Excel: il formato Excel, viene applicato alla cella contenente il tag del campo.
  • Word e PowerPoint: il formato relativo viene applicato all'entità nel punto dell'incorporazione del tag del campo.
  • HTML: viene applicato lo stile in linea impostato per il contenitore del tag del campo (div, span, p, th, td, li ecc.).

E impostare un codice di formato nel campo Formato

  • Excel: il codice nel campo Formato definisce il formato numerico o di data/ora, mentre lo stile grafico è definito dagli strumenti dei formati di Excel applicati alla cella contenente il tag del campo (colore, tipo di carattere, stile, giustificazione ecc.).
  • Word e PowerPoint: il formato relativo e il campo del formato vengono applicati all'entità e al contenitore nel punto dell'incorporazione del tag del campo
  • HTML: lo stile in linea impostato e il campo del formato vengono applicati per il contenitore del tag del campo

Per un campo usato in un livello

Il tipo di data/ora o numerico dei dati viene determinato dal tag QlikView associato al campo. Per determinarlo, è sufficiente aprire il documento QlikView in QlikView e premere CTR+ ALT + D, selezionare la scheda Tabelle ed esaminare la colonna Tag dell'elenco Campi accanto al nome Campo. Se viene visualizzato $date o $timestamp, o entrambi, il campo è di tipo data/ora. Questi tag sono associati automaticamente a Ricarica.

Le sezioni che seguono riportano l'elenco degli effetti degli elementi utilizzati per comporre il codice di formattazione. Questo codice viene immesso nel campo Formato visualizzato dopo aver disattivato Keep Source Formats (Mantieni formati sorgente).

Numeri con virgola mobile
Identificatore Rappresenta
0 Segnaposto di cifra. Se il valore da formattare contiene una cifra nella posizione in cui '0' è presente nella stringa di formato, tale cifra viene copiata nella stringa di output. In caso contrario, la stringa di output conterrà la cifra '0' in tale posizione.
# Segnaposto di cifra. Se il valore da formattare contiene una cifra nella posizione in cui '#' è presente nella stringa di formato, tale cifra viene copiata nella stringa di output. In caso contrario, la stringa di output non conterrà alcunché in tale posizione.
. Virgola decimale Il primo carattere ',' della stringa di formato determina la posizione del separatore decimale nel valore formattato; ulteriori caratteri ',' vengono ignorati. Il carattere effettivamente utilizzato come separatore decimale nella stringa di output è determinato dalla variabile globale DecimalSeparator o dal suo equivalente TFormatSettings.
, Separatore delle migliaia Se la stringa di formato contiene uno o più caratteri '.', nell'output il separatore delle migliaia sarà inserito tra ogni gruppo di tre cifre alla sinistra della virgola decimale. Il posizionamento e il numero di caratteri '.' nella stringa di formato non ha effetto sull'output se non per indicare che sono necessari separatori delle migliaia. Il carattere effettivamente utilizzato come separatore delle migliaia nella stringa di output è determinato dalla variabile globale ThousandSeparator o dal suo equivalente TFormatSettings.
E+ Notazione scientifica Se la stringa di formato contiene una qualsiasi delle stringhe 'E+', 'E-', 'e+' o 'e-', il numero viene formattato utilizzando la notazione scientifica. Per determinare il numero minimo di cifre all'esponente, un gruppo di caratteri '0' (fino a quattro) può seguire immediatamente 'E+', 'E-', 'e+', o 'e-'. I formati 'E+' ed 'e+' fanno sì che il segno più venga riportato per gli esponenti positivi e un segno meno per gli esponenti negativi. I formati 'E-' ed 'e-' fanno sì che il segno venga indicato solo nel caso di esponenti negativi.
'xx'/"xx" I caratteri racchiusi tra virgolette singole o doppie vengono riprodotti così come sono e non hanno alcun effetto sulla formattazione.
; Separa le sezioni dei numeri positivi, dei numeri negativi e degli zero nelle stringhe di formato.

Pagina data/ora
Identificatore Visualizza
c Visualizza la data utilizzando il formato fornito dalla variabile globale ShortDateFormat, seguita dall'ora, che utilizza invece il formato fornito dalla variabile globale LongTimeFormat. Se il valore di data-ora indica la mezzanotte precisa, l'ora non verrà visualizzata.
d Visualizza il giorno sotto forma di numero, senza zero iniziale (1-31).
dd Visualizza il giorno sotto forma di numero, con zero iniziale (01-31).
ddd Visualizza il giorno sotto forma di abbreviazione (dom-sab) utilizzando le stringhe fornite dalla variabile globale ShortDayNames.
dddd Visualizza il nome completo del giorno (domenica-sabato) utilizzando le stringhe fornite dalla variabile globale LongDayNames.
ddddd Visualizza la data utilizzando le stringhe fornite dalla variabile globale ShortDateFormat.
dddddd Visualizza la data utilizzando le stringhe fornite dalla variabile globale LongDateFormat.
e (Solo Windows) Visualizza l'anno del periodo/era corrente sotto forma di numero, senza zero iniziale (solo per le impostazioni locali giapponese, coreano e taiwanese).
ee (Solo Windows) Visualizza l'anno del periodo/era corrente sotto forma di numero con zero iniziale (solo per le impostazioni locali giapponese, coreano e taiwanese).
g (Solo Windows) Visualizza il periodo/era come abbreviazione (solo per le impostazioni locali giapponese, coreano e taiwanese).
gg (Solo Windows) Visualizza il periodo/era con il nome completo (solo per le impostazioni locali giapponese, coreano e taiwanese).
m Visualizza il mese sotto forma di numero, senza zero iniziale (1-12). Se l'identificatore m segue immediatamente un identificatore h o hh, verrà visualizzato il minuto, e non il mese.
mm Visualizza il mese sotto forma di numero con zero iniziale (01-12). Se l'identificatore mm segue immediatamente un identificatore h o hh, verrà visualizzato il minuto, e non il mese.
mmm Visualizza il mese sotto forma di abbreviazione (gen-dic) utilizzando le stringhe fornite dalla variabile globale ShortMonthNames.
mmmm Visualizza il nome completo del mese (gennaio-dicembre) utilizzando le stringhe fornite dalla variabile globale LongMonthNames.
yy Visualizza l'anno sotto forma di numero a due cifre (00-99).
yyy Visualizza l'anno sotto forma di numero a quattro cifre (0000-9999).
h Visualizza l'ora senza zero iniziale (0-23).
hh Visualizza l'ora con zero iniziale (00-23).
n Visualizza il minuto senza zero iniziale (0-59).
nn Visualizza il minuto con zero iniziale (00-59).
s Visualizza il secondo senza zero iniziale (0-59).
ss Visualizza il secondo con zero iniziale (00-59).
z Visualizza il millisecondo senza zero iniziale (0-999).
zz Visualizza il millisecondo con zero iniziale (000-999).
t Visualizza l'ora utilizzando il formato fornito dalla variabile globale ShortTimeFormat.
tt\ Visualizza l'ora utilizzando il formato fornito dalla variabile globale LongTimeFormat.
am/pm Utilizza il formato 12 ore per l'identificatore h o hh precedente, e visualizza 'am' per le ore prima del mezzogiorno e 'pm' per le ore dopo il mezzogiorno. L'identificatore am/pm può essere indicato in lettere maiuscole, minuscole o di entrambi i tipi; il risultato verrà visualizzato conformemente.
a/p Utilizza il formato 12 ore per l'identificatore h o hh precedente, e visualizza 'a' per le ore prima del mezzogiorno e 'p' per le ore dopo il mezzogiorno. L'identificatore a/p può essere indicato in lettere maiuscole, minuscole o di entrambi i tipi; il risultato verrà visualizzato conformemente.
ampm Utilizza il formato 12 ore per l'identificatore h o hh precedente, e visualizza il contenuto della variabile globale TimeAMString per le ore prima del mezzogiorno e il contenuto della variabile globale TimePMString per le ore dopo il mezzogiorno.
/ Visualizza il carattere separatore della data fornito dalla variabile globale DateSeparator.
: Visualizza il carattere separatore dell'ora fornito dalla variabile globale TimeSeparator.
'xx'/"xx" I caratteri racchiusi tra virgolette singole o doppie vengono visualizzati così come sono e non hanno alcun effetto sulla formattazione.