Vai al contenuto principale

Creazione di un asset dati per generare tabelle QVD

È possibile creare un asset dati di archiviazione in Data Services home. L'asset dati di archiviazione ricava i dati dal bucket Amazon S3, li converte in tabelle QVD e li archivia. Le tabelle possono essere archiviate nell'archiviazione gestita da Qlik Cloud o nell'archiviazione gestita dall'utente. I dati vengono aggiornati costantemente dalla sorgente dati in loco.

  1. Fare clic su Aggiungi nuovo nella pagina home di Data Integration, quindi selezionare Crea asset dati.
  2. Nella finestra di dialogo Crea asset dati, riempire i campi seguenti:

    • Nome: Nome dell'asset dati.

    • Spazio: Specificare lo spazio di destinazione dell'asset dati.

    • Tipo asset: Selezionare Memorizzazione (QVD).

    • Selezionare Apri per aprire l'asset dati quando viene creato.

    Fare clic su Crea quando si è pronti.

  3. Fare clic su Seleziona dati sorgente.

  4. Selezionare l'asset dati di trasferimento che si desidera utilizzare come sorgente per l'asset dati di archiviazione, quindi fare clic su Seleziona. È possibile selezionare solo gli asset dati di trasferimento Amazon S3.

    Viene visualizzata la finestra di dialogo Impostazioni sorgente e archiviazione.

  5. Sorgente

    Selezionare la connessione dati al bucket Amazon S3 utilizzato dall'asset dati di trasferimento. Si tratta dello stesso bucket definito nell'endpoint di destinazione dell'attività Replicate. La connessione deve presentare un accesso in lettura al tenant Qlik Cloud.

    Se non si dispone di una connessione dati, sarà necessario crearla. Vedere Amazon S3 (solo in lingua inglese) per maggiori informazioni.

  6. Memorizzazione

    Selezionare dove si desidera archiviare le tabelle QVD.

    • Archiviazione gestita Qlik

    • Archiviazione gestita dal cliente

      È possibile archiviare le tabelle QVD in un bucket Amazon S3 che si gestisce in prima persona. Selezionare una connessione dati per il bucket Amazon S3 da utilizzare per l'archiviazione. La connessione deve presentare un accesso in scrittura al tenant Qlik Cloud.

      Se non si dispone di una connessione dati, sarà necessario crearla. Vedere Amazon S3 (solo in lingua inglese) per maggiori informazioni.

  7. Cartella da utilizzare:

    Selezionare quale cartella utilizzare al momento di archiviare le tabelle QVD nell'archiviazione. Se la cartella non esiste, verrà creata quando si esegue l'asset dati. È possibile memorizzare le tabelle QVD nella radice del bucket selezionando Radice.

    Se si è selezionato Archiviazione gestita dal cliente il nome della cartella deve essere valido in base alle linee guida di denominazione di Amazon S3.

    Avviso: Non utilizzare la stessa cartella utilizzata per un altro asset dati. Ciò potrebbe comportare la sovrascrittura delle reciproche tabelle QVD da parte dei due asset dati.
  8. Fare clic su OK per confermare le impostazioni. Ora è possibile visualizzare l'anteprima della struttura della tabella prima di iniziare la generazione delle tabelle QVD.

  9. Fare clic su Salva per salvare il proprio asset dati.

  10. Fare clic su Esegui per iniziare la generazione delle tabelle QVD.

Ora le tabelle QVD verranno generate se si è utilizzato un asset dati di trasferimento in esecuzione e se si è già eseguito un caricamento completo dei dati di trasferimento.

Nota: Dopo l'esecuzione del primo lotto per ciascuna tabella, una nuova colonna denominata "timestamp" contenente l'orario aggiornato della riga viene aggiunto alla tabella.

Se è presente un lotto di modifiche prima del completamento del caricamento iniziale, il campo I dati sono aggiornati a nella scheda asset non verrà aggiornato fino al completamento del caricamento iniziale e all'applicazione del primo lotto di modifiche.

Ad esempio, ipotizziamo di stare caricando un asset dati che contiene una tabella di ordini composta da 1 milione di ordini e una tabella di dettagli degli ordini composta da 10 milioni di dettagli sugli ordini. Le tabelle richiederanno rispettivamente 10 e 20 minuti per eseguire un caricamento completo. La tabella degli ordini viene caricata per prima, seguita dai dettagli degli ordini. Mentre la tabella degli ordini si sta caricando, viene inserito un nuovo ordine. Pertanto, quando vengono caricati i dettagli degli ordini, la tabella può contenere dettagli del nuovo ordine, che non esiste ancora nella tabella degli ordini. Solo dopo l'applicazione del primo lotto di modifiche l'ordine e le tabelle degli ordini saranno sincronizzate e completamente aggiornate allo stesso tempo.

È possibile trovare le tabelle QVD nell'hub Qlik Sense sotto Catalogo. Selezionare Dati in Tipi per visualizzare i set di dati.